Foto Andrea Stella”Sulla cultura noi continuiamo a fare una scelta controcorrente rispetto al governo nazionale. Questo e’ il governo che ha ferito al cuore l’industria culturale, il mondo della scuola, dell’Universita’, della formazione, della ricerca e dell’innovazione”.

Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, intervenendo questa sera a Lecce, insieme all’assessore regionale alla Cultura, Silvia Godelli, alla sesta edizione di Artlab, appuntamento annuale internazionale che si occupa di cultura, arte e politiche culturali. Lo riferisce in una nota l’ufficio stampa della giunta regionale. Fino a sabato 24 settembre il centro cittadino di Lecce sara’ animato da incontri, seminari, laboratori, testimonianze ed eventi che metteranno a confronto operatori, artisti, ricercatori e formatori su tematiche quali l’accessibilita’, la mobilita’ internazionale, il rapporto tra cultura e paesaggio, fondi comunitari e percorsi di carriera. ”Credo che mai – ha proseguito Vendola – si sia giunti a esprimere disprezzo nei confronti delle attivita’ culturali come ha fatto il ministro Tremonti con la sua celebre frase ‘la cultura non si mangia’, o il dileggio nei confronti dei grandi cineasti, dei grandi artisti del nostro tempo visti tutti come una processione di parassiti”. ”Noi qui in Puglia – ha continuato il presidente della Regione – abbiamo fatto esattamente il contrario perche’ sappiamo cos’e’ l’industria culturale: non e’ soltanto la costruzione degli eventi, ma e’ una grande filiera produttiva. Basti pensare che in Italia lo spettacolo occupa 300 mila lavoratori e lavoratrici”. Secondo Vendola ”l’industria del futuro non e’ certo la siderurgia o la chimica, ma e’ la cultura, il cinema, la musica, la multimedialita’, l’economia della conoscenza e l’economia della creativita’. Su questo – ha concluso Vendola – abbiamo investito molto e penso che i risultati si vedano. Anche la stessa crescita straordinaria del turismo e’ frutto dell’aver arricchito l’offerta turistica di un cartellone di richiamo culturale di livello internazionale”.

 

CONDIVIDI