Ad aprire la stagione 2011-2012 al Politeama Greco di Lecce, il teatro in prosa, con un cartellone che conta otto tra gli spettacoli campioni di incassi in Italia, nei prossimi mesi da ottobre, fino al 21 marzo.

Otto spettacoli scelti e proposti dalla “Nautilus Pictures” di Roma, società produttrice che gode della direzione artistica del pugliese Natale Barbone e che presenta lo spettacolo di apertura il 29 ottobre dal titolo “Fiore di cactus”, dal celeberrimo e omonimo film del 1969 con Walter Matthau e Ingrid Bergman.

Sul palco, per questo spettacolo, ci saranno Franco Castellano e Nathalie Caldonazzo, che daranno vita ad una commedia degli equivoci divertente e romantica.
Il 19 novembre sarà la volta di un musical dedicato alla vita di Charlie Chaplin, il primo in Italia e che è stato accolto molto positivamente sia dalla critica che dal pubblico.
Nomi importanti e volti noti, saliranno sul palco del Politeama Greco, anche nei successivi spettacoli: il 3 dicembre toccherà a Massimo Dapporto e Benedicta Boccoli con “La Verità”, divertente storia di 2 coppie si tradiscono, con la regia di Maurizio Nichetti.

Massimo Lopez il 16 dicembre darà modo di mostrare le sue doti one man show, cantando, ballando e recitando nel suo spettacolo dal titolo “Varie… età” e accompagnato da un’orchestra jazz composta da 16 elementi. E padrona del palcoscenico sarà anche Giuliana De Sio, che proporrà l’8 gennaio un monologo di Woody Allen intitolato “La lampadina galleggiante”, dai toni amari sulla vita dei poveri newyorkesi.

Ancora il 19 gennaio tocca a Sal Da Vinci, il cantante-attore che proporrà il testo del famoso Peppino Patroni Griffi “Napoli chi resta e chi parte”, sulla storia dei migranti italiani e che alla sua Prima venne interpretato da Massimo Ranieri.

Il 15 marzo sarà dedicato al teatro di Eduardo De Filippo, che sarà portato in scena da Carlo Giuffrè con “Questi Fantasmi”.
La conclusione è di Luigi De Filippo, il 21 marzo, con “A che servono quei quattrini?”, testo umoristico scritto da Armando Curcio.

“Il teatro in prosa torna a vivere a Lecce,” ha dichiarato l’assessore provinciale alla cultura Simona Manca. “Ed è importantissimo lo sforzo e l’impegno che i privati mettono a disposizione per permettere tutto ciò. Nonostante gli sforzi delle istituzioni infatti, non si può fare tutto ed è un bene che si creino queste sinergie. Adesso grazie a loro, un tassello importante come la prosa da botteghino potrà tornare a Lecce.”