Molotov contro l’abitazione del comandante della Polizia Municipale di Specchia. Un atto intimidatorio, che qualcuno, nella notte, ha voluto indirizzare a Luigi Scupola, 57enne, comandante dei vigili urbani.

L’attentato incendiario ha interessato la parte esterna della sua abitazione, in via generale Caviglia, nei pressi di piazza Moro, nel centro del paese, dove vive con la moglie, segretaria in una scuola, e la figlia. Lo scoppio della bottiglia incendiaria e le fiamme che si sono propagate hanno mandato in frantumi due finestre ed annerito i muri esterni della casa, sul lato che affaccia su via Cristoforo Colombo. Tutto è accaduto intorno alle 2.30 circa, quando il comandante della Polizia Municipale è stato destato dal sonno dal rumore dei vetri in frantumi. E’ stato lui stesso a contattare i carabinieri ed i vigili del fuoco. Non ci sarebbero testimoni che avrebbero assistito alla scena, ne’ telecamere di videosorveglianza nelle vicinanze, che potrebbero avere inquadrato gli autori. I militari escludono la pista privata. Le indagini sono concentrate sull’attivita’ professionale del 57enne, anche se lo stesso comandante non e’ riuscito a dare una spiegazione al grave atto intimidatorio.