Una serie di atti vandalici si e’ registrata durante la notte nella piazza centrale di San Donato, un comune del leccese. Il gesto pare avesse per obiettivo il sindaco Ezio Conte.

Ignoti hanno infatti preso di mira la finestra del suo ufficio a Palazzo di citta’, su via Brodolini, con il lancio di pietre contro i vetri. Inoltre due colonne in pietra leccese alte due metri, collocate nella piazza principale, sono state buttate giu’ dal piedistallo. “Mi aspetto risposte da parte delle istituzioni – ha dichiarato il sindaco, eletto in una lista civica nel 2008 – perche’ non e’ la prima volta che vengo minacciato. Altri atti vandalici sono stati compiuti in questi anni ai danni del Comune, come un mese fa, quando ignoti sono entrati a Palazzo per staccare gli estintori dai muri e spruzzare la schiuma antincendio dappertutto”. A San Donato due anni fa si registrarono atti vandalici anche ai danni del palazzetto dello sport e, piu’ di recente, minacce sono giunte al personale dei Servizi sociali. Le indagini per risalire agli autori degli atti vandalici sono condotte dai carabinieri della stazione di San Cesario

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × 3 =