Nel freddo ed enorme Palatedeschi di Benevento, il Quarta Caffè MD Discount N.P assapora il gusto amaro di una sconfitta immeritata e maturata, nonostante tutto, solo nel finale di gara.

Si parte con il Monteroni che pur orfano di Antonio Serroni ( e scusate se e poco!) appare attento, spavaldo e consapevole di dover rispondere alle tante aspettative dei tifosi e sopratutto conscio della propria valenza.
Gli avversari, coinquilini in classifica con altrettante vittorie nelle prime due giornate, fanno quello che possono ma non riescono a tamponare la maggiore verve dei salentini che conducono il primo tempo con vantaggi sempre in doppia cifra.
Ne sono evidenza i parziali di fine quarto che registrano un 20 a 28 e  un 19 a 19.
Al riposo lungo si va sul progressivo di 39 a 47 con Monteroni che nel secondo quarto raggiunge il vantaggio massimo di +12.
Al rientro, i sanniti di coach Casadio occupano il parquet con una mentalità diversa e  pronti a giocarsi il tutto per tutto, avendo al momento poche chanche per sopraffare i gialloblù monteronesi.

La strategia dei locali sembra improntata sfruttando il tiro da fuori e i risultati danno ragione a Novatti e compagni che bombardano dalla distanza e, complice anche la dea beandata, realizzano un 7/10 dalla linea dei sogni con un 4/4 del pur bravo Moccia e a seguire Cupito, Paci e l’argentino Novatti gonfiano la retina ed annichiliscono un Monteroni apparso nel periodo svuotato di ogni capacità difensiva.
Parzialone di 29 a 17 per Benevento che inverte l’inerzia della gara e chiude a fine tempo sul + 4 con il progressivo di 68 a 64.

Coach Lezzi prova a scuotere i suoi e ad aumentare i ritmi di gioco.
Nell’ultimo e decisivo miniperiodo la partita scivola via punto a punto con un minibreak dei salentini che raggiungono la parità al 33° sul 70 a 70 e al 36 sul 75 a 75.  Poi Benevento  prova a scappare ma Chirico, Durini e Rotolo, aumentano l’intensità difensiva, recuperano un paio di palle e realizzano rimanendo sempre a contatto.
A 25 secondi dal termine la direzione di gara, scambia un fallo sistematico, a 30 metri dal canestro monteronese, con qualcosa di mai visto e punisce Chirico con un fallo antisportivo che consente ai padroni di casa di andare in lunetta per aumentare il vantaggio a due possessi e finire sempre in lunetta la gara fissando il punteggio sul 87 a 82.

Un vero peccato, sembrava un risultato riacciuffato sul fil di sirena segnando 4 punti in pochi secondi ma una clamorosa interpretazione della direzione di gara, fra l’altro sufficiente fino al 39°  ha punito oltremodo la compagine salentina che ha scialato una vittoria che è sempre apparsa alla portata.

Accettato il verdetto del campo sportivamente, il Monteroni volta pagina e comincia già a pensare alla gara di domenica prossima contro la Libertas Taranto vittoriosa nell’altro anticipo con il Molfetta.
Appuntamento a domenica 16 ottobre al pala Quarta Lauretti. Salto a due ore 18:00

Tabellini N.P. Monteroni 82
Rotolo 18, Paiano Amoroso 11, Provenzano 22, Manca 10, Errico F. n.e., Leucci  n.e., Durini 7, Spada, Errico V. 4, Chirico 10. All. Antonio Lezzi

Tabellini Magic Team 92 Benevento  87
Paci Novatti 22, Camera 14, Danzi 3, Moccia 24, Cupito 9, Iannicelli, Catillo, Buontempo, Liguori n.e.m Allenatore Francesco Casadio
Liberi Monteroni 12/16        Da due Monteroni 23/41         Da Tre Monteroni 8/21
Liberi Benevento 18/23           Da due Benevento 18/37          Da Tre Benevento 11/23

Note : Fallo Antisportivo al 40° a Chirico (NPM)

Arbitri : De Filippo Francesco di Roma e de Mattia Valerio di Trevignano Romano

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

17 − dieci =