Massimiliano Buccarella, 37enne di Gallipoli, arrestato in un blitz degli agenti del commissariato, guidati dal dirigente Emilio Pellerano, è tornato libero nella giornata di ieri, dopo che nell’interrogatorio di convalida, il nipote si è assunto la responsabilità

di aver nascosto gli stupefacenti a casa dello zio, convincendo così il giudice Casciaro a ritenere che non ci fossero gravi indizi di colpevolezza a carico del 37enne, che è stato scarcerato subito dopo

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 − 16 =