“La vergogna di una legge vetusta e superata nei contenuti e negli strumenti sarà presto cancellata con l’approvazione di un nuovo provvedimento legislativo che mira a riformare radicalmente le PPLL in Puglia”.

E’ quanto dichiara il Consigliere regionale MeP, Antonio Buccoliero che ha partecipato ai lavori della commissione consiliare regionale competente.
“Il mio obiettivo, già ricercato nella precedente consiliatura, era quello di dotare tutti gli operatori delle polizie locali di un nuovo ed aggiornato testo normativo capace di interpretare i bisogni di modernità di una organizzazione dei corpi e dei servizi che tenesse conto altresì, delle mutate riforme legislative (riforma Titolo V Costituzione) nonché di tutti i punti fermi di una legge quadro nazionale, da tutti condivisa, ma ancora lontana dalla sua approvazione”.
“Per questo motivo ho deciso di accettare la confluenza della mia proposta di legge nel disegno di legge d’iniziativa del governo regionale – continua Buccoliero – consapevole che tutti i punti fondamentali della riforma (adeguamento dell’ordinamento delle funzioni e dell’organizzazione dei corpi e dei servizi al nuovo assetto istituzionale, l’innovazione, l’incentivazione all’associazionismo istituzionale, la formazione e la qualificazione del personale) erano contenuti nel nuovo testo”.
Il ringraziamento va a tutti gli operatori delle polizie locali di Puglia per gli importanti suggerimenti fornitimi, ai sindacati, all’assessore regionale al sud ed al federalismo Marida Dentamaro nonchè al presidente della II commissione consiliare regionale Giovanni Brigante e ad i suoi componenti per l’impegno che hanno profuso”.
“L’auspicio – conclude Buccoliero – e che il testo, blindato negli articoli, possa superare il vaglio dell’ufficio legislativo, per evitare possibili impugnazioni del governo nazionale”./

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 − diciotto =