Troviamo sinceramente deludente il comportamento della proprietà del supermercato Billa di San Cesario. Non soltanto non si sono mai visti gli investimenti per lo sviluppo della struttura che al momento del suo insediamento la società aveva annunciato, ma abbiamo assistito nel tempo ad un desolante disinteresse.

Un disinteresse che si è progressivamente trasformato nel disimpegno cui stiamo assistendo in queste ore. Ancor più doloroso considerato che si tratta di una presenza, quella della struttura che Billa occupa, che è diventata ormai storica anche, e soprattutto, per la rilevanza occupazionale che essa da anni riveste.
I camion dell’azienda stanno provvedendo a svuotare la struttura senza che la proprietà abbia mai ritenuto di dover comunicare notizie certe all’Amministrazione comunale di competenza, quella di San Cesario. E bene a fatto il Sindaco Girau ad assumere le iniziative che ha assunto, non appena è stato informato della situazione, dai lavoratori e non dall’azienda.
Il Partito Democratico assicura ai lavoratori il proprio impegno a tutti i livelli affinché sia tenuta alta l’attenzione sul tavolo nazionale che azienda e sindacati si auspica riattivino al più presto. L’obiettivo che intendiamo perseguire, in questa vicenda, è che l’eventuale cessione dei punti vendita della Billa avvenga in blocco, senza cioè stralciare alcuna struttura, a San Cesario come nel resto del meridione o d’Italia. Questo per salvaguardare sia quei posti di lavoro che il percorso di sviluppo dell’intera area commerciale in cui la struttura è situata, che da anni è stato intrapreso con ottimi risultati, e sul quale è indispensabile proseguire.