Il Consigliere regionale del Gruppo consiliare de “La Puglia Prima di Tutto” Andrea Caroppo, Segretario del Consiglio regionale, ha diffuso la seguente nota:
“Sulla stampa odierna campeggia a caratteri cubitali un trionfalistico annuncio dell’assessore Giuseppe Fracella di Nardò, che si intesta un prossimo sostegno

di ottocento euro al mese per famiglia con non auto-sufficienti. Peccato che lo stesso si sia dimenticato di aggiungere che con questo sostegno in divenire non soltanto il Comune di Nardò, Assessore Fracella compreso, non c’entra nulla, ma che anzi allo stato ha semmai la responsabilità di averne ritardato l’attuazione.
Trattasi infatti di un mero effetto della delibera di Giunta regionale n.1875 del 31.8.2011 che pur lamentando che soltanto 3 di essi su 45 hanno allo stato ultimato le operazioni di verifica delle istanze pervenute di loro competenza e nell’attesa che gli altri provvedano, distribuisce agli Ambiti Territoriali Sociali competenti, per ‘L’Assistenza Indiretta Personalizzata’, le risorse all’uopo assegnate alla Regione dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Dispiace rilevare che tra gli Ambiti Territoriali inadempienti c’è anche quello di cui il Comune di Nardò è capo-fila.
L’Assessore Fracella pertanto provveda a colmare il ritardo che il suo Comune ha contribuito a creare, che ha rallentato e rischia di rallentare ancora l’effettiva erogazione di risorse preziose per il miglioramento del tasso di civiltà delle nostre Istituzioni. Altrimenti saremo costretti a convocare dinanzi al Municipio di Nardò le famiglie interessate per una richiesta almeno morale dei danni”.