Con determinazione dirigenziale n° 197 del 3 ottobre 2011, è stata concessa alle aziende agricole che ne faranno richiesta l’assegnazione straordinaria di carburante ad accisa agevolata.

Il provvedimento, disposto dal Servizio Alimentazione dell’area Politiche per lo Sviluppo Rurale della regione Puglia, si è reso necessario per le gravi carenze idriche conseguenti al periodo di siccità dei mesi di agosto e di settembre che ha determinato un elevato consumo di gasolio per i lavori agricoli e per l’irrigazione delle coltivazioni.
“Abbiamo accolto – ha spiegato l’assessore regionale alle Risorse Agroalimentari Dario Stefàno – l’invito delle Organizzazioni Professionali Agricoli e dei Comuni più gravemente colpiti dall’ondata di caldo di questi ultimi mesi che, raggiungendo anche picchi di 38°, ha causato una perdurante siccità e che ha costretto gli agricoltori a far ricorso ad un uso straordinario dell’irrigazione per salvaguardare lo colture. Ci è parso doveroso intervenire tempestivamente per alleviare il disagio degli agricoltori, peraltro già provati dalla crisi congiunturale”.
La determinazione dispone di concedere, alle aziende agricole del territorio pugliese che ne faranno richiesta e che hanno già ottenuto la concessione del beneficio per l’irrigazione con l’originaria istanza “Modello Unico per l’anno 2011”  e per le medesime particelle, la maggiorazione del 50% dell’accredito d’imposta per il tramite del carburante ad accisa agevolata, limitatamente alle colture irrigue in atto al momento della richiesta.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre + undici =