“Merita di essere subito accolta la richiesta accorata che viene dagli operatori turistici e balneari del Salento di un incontro con il Governo Regionale per discutere del Piano delle Coste e dei gravi danni prodotti dai fenomeni meteo-marini.”

Lo comunica in una nota il consigliere regionale, Saverio Congedo.
“Il Piano della Coste appena approvato dalla Giunta regionale sta confermando i limiti che in molti, a cominciare dagli operatori, avevano denunciato: dati non più rispondenti all’assetto del litorale, mancanza di programmazione, assenza di Linee Guida sulle coste alte, miriade di oneri e adempimenti per i gestori. Il risultato è un provvedimento che rischia di far retrocedere la nostra industria balneare, di dequalificare la nostra accoglienza con servizi meno efficienti e più costosi, di penalizzare un importante comparto produttivo e occupazionale.
Inoltre, le violenti mareggiate che in questi giorni hanno duramente colpito i litorali salentini, cancellando interi tratti di arenile, oltre a compromette la bellezza della costa, hanno distrutto completamente diversi stabilimenti balneari ponendo una dura ipoteca sulla possibilità degli operatori di organizzare al meglio la prossima stagione balneare.
Trattasi, oramai, di una vera e propria emergenza che abbisogna d’interventi sia immediati che strutturali, prima che pregiudichi tutto quello che le nostre comunità hanno saputo creare per promuovere turisticamente il nostro territorio.
Di qui un appello forte al Presidente Vendola ed al suo governo affinché la situazione venga affrontata con la tempestività, la determinazione e le risorse adeguate alla gravità ed urgenza del problema, come, peraltro, richiesto dal Tavolo per i Problemi dell’Erosione Costiera della Provincia di Lecce. A riguardo ho presentato un’interrogazione urgente al Presidente Vendola e agli Assessori alle Opere Pubbliche Amati, al Turismo Godelli, al Bilancio e Demanio Pelillo per chiedere un immediato dibattito in Consiglio regionale”

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quindici − dieci =