Presidente Sonia MarianoSi è svolta questa mattina, nell’Aula consiliare di Palazzo dei Celestini, l’elezione dei componenti per l’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea dei Sindaci presieduta dal sindaco di Bagnolo del Salento, Sonia Mariano

Trentacinque i sindaci o vice presenti, a fronte di un quorum di venti unità, per la scelta dei sindaci salentini che andranno a formare l’Ufficio dell’Assemblea a cui fa capo Sonia Mariano di Bagnolo. Una rosa di dieci candidati, tra i più disponibili all’incarico, tutti eletti. Si tratta del sindaco di Sternatia Pantaleo Conte, Ugento Massimo Lecci, Ortelle Pantaleo Rausa, Carmiano Giancarlo Mazzotta, Aradeo Daniele Perulli, Corsano Biagio Cazzato, Palmariggi Elisa Stifani, Arnesano Giovanni Madaro, Melendugno Anna Lisa Prete, Cutrofiano Oriele Rosario Rolli.

Obiettivo raggiunto per la presidente Mariano che, come ha dichiarato ad apertura lavori, è l’impegno intrapreso dal giorno della sua elezione lo scorso maggio. La costituzione dell’Ufficio va a completare un percorso previsto dall’articolo 25 dello Statuto della Provincia di Lecce, che prevede l’organismo preposto al rafforzamento e alla collaborazione istituzionale con i Comuni del territorio.

 L’Assemblea dei Sindaci è un organismo che ha funzioni consultive, propositive e di coordinamento delle iniziative e delle attività di interesse generale. In particolare esprime pareri obbligatori ma non vincolanti sulla proposta del bilancio della Provincia, formula proposte non vincolanti ed esprime pareri, se richiesti dal presidente della Provincia, in materie quali la pianificazione territoriale ed ambientale; la difesa del suolo, tutela e valorizzazione dell’ambiente e prevenzione delle calamità; lo sviluppo economico e pianificazione strategica; la viabilità e trasporto; i servizi sociali, scolastici, sportivi e ricreativi, culturali e turistici. L’Assemblea è composta dai Sindaci dei Comuni del territorio provinciale. Il Sindaco può indicare quale componente dell’Assemblea un suo delegato. I Sindaci o loro delegati, rimangono in carica fino alla scadenza del proprio mandato amministrativo. In caso di Comune commissariato, il commissario prefettizio subentra al Sindaco. L’Assemblea si riunisce validamente con la presenza della maggioranza dei componenti. Le sue decisioni sono validamente assunte con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. I membri dell’Assemblea eleggono l’Ufficio di Presidenza i cui componenti   rimangono in carica fino al termine del loro mandato amministrativo. L’Assemblea provvede a sostituire il componente che perde la carica di amministratore pubblico.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × due =