Filomena D'Antini Solero“In un periodo in cui l’emergenza immigrazione ha interessato l’Italia intera, il Salento risponde accogliendo i numerosi immigrati che ogni giorno approdano sulle nostre coste”, dichiara l’assessore provinciale per le Pari opportunità Filomena D’Antini Solero. “Numerosi sono i tavoli interistituzionali che vedono l’impegno della Prefettura, della Provincia di Lecce, dell’intero Consiglio territoriale per l’immigrazione, della Procura, della Questura e dei sindacati, tutti mobilitati a fronteggiare i problemi degli immigrati, in un periodo in cui lo sfruttamento lavorativo ci vede impegnati a vario titolo con interventi e azioni diretti a salvaguardare i loro  diritti”

“La Provincia di Lecce dotata dello Sportello “Servizi Immigrazione Salento”, dello Sportello Asia per l’emergenza abitativa degli immigrati ubicati in Viale Marche eroga servizi di: mediazione interculturale, intermediazione abitativa, ascolto accurato delle problematiche presentate dagli immigrati in ambito lavorativo, consulenze sull’acquisizione di tutti i visti d’ingresso, consulenze sul rilascio, rinnovo, aggiornamento, conversione del permesso di soggiorno, consulenze sull’acquisto o locazione di abitazione, sull’acquisizione del permesso di soggiorno CE, consulenze su ricongiungimenti familiari, collegamento internet per verifica sullo stato dei permessi di soggiorno negli uffici immigrazione delle Questure, attività di consulenza legale e sostegno ai richiedenti asilo, rifugiati titolari di protezione internazionale, umanitaria e sussidiaria, attività di orientamento verso tutti i servizi pubblici del territorio, nonché verso enti pubblici o del privato sociale, compilazione manuale di kit postali per richieste/rinnovi di permessi di soggiorno anche in casi particolari, aiuto nella comprensione compilazione di stampati e moduli di difficile comprensione alla popolazione straniera, accompagnamento degli utenti presso uffici pubblici in casi particolari (in particolare Divisione Immigrazione), interventi di mediazione culturale nelle scuole provinciali”, prosegue.

“La Provincia, inoltre, ospita il Cir e il centro Migrantes, per l’espletamento di ulteriori altre attività in favore degli immigrati”.Da ultimo, è stata attivata un più fitta collaborazione con la Procura di Lecce per accogliere, attraverso il progetto Libera, anche gli immigrati ex dipendenti della Tecnova; ad alcuni stiamo garantendo vitto e alloggio e, ad altri, programmi di protezione sociale con presa in carico territoriale. Costoro ci vengono inviati dalla procura di Lecce dopo un’accurata indagine della squadra mobile II sezione investigativa di Lecce. Una Rete fitta di attività, dunque”, conclude l’assessore D’Antini Solero, “che in un momento di scarsezza di risorse economiche vede impegnati enti, autorità, associazioni e sindacati in azioni dirette a salvaguardare quanto più possibile l’accoglienza degli immigrati”.

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

nove + due =