Questa mattina i carabinieri di Nardò, hanno denunciato in stato di libertà, per simulazione di reato, un artigiano 52enne del posto. Tutto è iniziato il 26 ottobre scorso quando, presso la locale Caserma dei Carabinieri, il piccolo imprenditore denunciava un furto ad opera di ignoti

di due suoi carrelli elevatori, del valore complessivo di € 90.000, secondo la versione fornita, portati via dall’interno del deposito del proprio esercizio commerciale. Una prima attività di indagine e sopralluogo sul luogo del presunto furto, ha permesso di far emergere sin da subito alcune contraddizioni nelle dichiarazioni dell’artigiano. I Successivi accertamenti mettevano in evidenza che i carrelli elevatori erano stati acquistati in leasing, da una azienda salentina, e dopo aver pagato le prime 13 rate da € 1.500,00 cadauna, l’artigiano simulava il reato di furto dei mezzi al fine di far congelare le rimanenti rate, ammontanti a € 57.000,00, a causa di una intervenuta ingiunzione di pagamento.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sette − sei =