Nel corso di una operazione congiunta della Guardia di Finanza di Lecce e di Cuneo, è stato arrestato nelle scorse ore, presso il capoluogo piemontese, il 32enne Benaly Ahmed, uno dei sette cittadini marocchini destinatari della ordinanza di custodia cautelare in carcere

nell’ambito della recente operazione “Black & White” che, insieme ad altri cinque connazionali, si era sottratto alla cattura dello scorso 26 settembre.
Sulla base della segnalazione di irreperibilità delle Fiamme Gialle salentine del Nucleo di Polizia Tributaria, infatti, i Finanzieri piemontesi sono riusciti a rilevare che il Benaly era incluso tra i passeggeri di un volo atteso presso l’aeroporto cunese.
È così scattato subito il coordinamento tra i suddetti Reparti della Guardia di Finanza; ad attendere Benaly allo scalo, infatti, c’erano le Fiamme Gialle della Compagnia di Cuneo che, vanificato il tentativo di quest’ultimo di darsi a precipitosa fuga, gli hanno notificato l’ordine di arresto e lo hanno tradotto presso la locale casa circondariale, ove è, ora, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Benaly Ahmed è uno dei componenti dell’associazione promossa da soggetti di nazionalità marocchina dedita alla importazione nel territorio dello Stato, ed alla successiva immissione sul mercato dei consumatori, di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, prevalentemente hashish e marijuana.