Anche a Lecce, su iniziativa dell’Università del Salento, le celebrazioni per la Giornata Mondiale dell’Alimentazione. Appuntamento il 28 ottobre 2011 nella sala conferenze del Rettorato (piazza Tancredi 7) con il convegno “Il valore negato dei prodotti tipici agroalimentari”, organizzato

per promuovere un dibattito sulla conoscenza dei prodotti tipici del territorio, e su come da questi ottenere sviluppo economico e un incremento del turismo enogastronomico.

A partire dalle ore 16, e dopo i saluti delle autorità e del Rettore Domenico Laforgia, in programma le relazioni:
•    Pierpaolo Pallara (INEA Bari), Il globale vs. locale nel comparto agroalimentare
•    Michele Muci (imprenditore agricolo), La crisi dei prodotti: patata Sieglinde ed anguria di Nardò
•    Gianfranco Ciola (Parco Dune costiere di Ostuni e Torre Canne), Itinerari enogastronomici nei Parchi
•    Pino De Luca (giornalista), E(t)nogastronomia e promozione dei prodotti tipici;
•    Andrea Serravezza (chef), Un nuovo prodotto: l’Olivotto
•    Vincenzo Pirato (Comitato Italiano WFP delle Nazioni Unite, Brindisi), Food for Life per la promozione dei prodotti

A seguire dibattito con la partecipazione di rappresentanti della Regione Puglia (assessorato alle Risorse Agroalimentari), della Provincia di Lecce (assessorato al Marketing Territoriale), del Comune di Lecce e di CCIAA Lecce, Confindustria Lecce e organizzazioni agricole.
Modera il convegno il professor Luigi De Bellis dell’Università del Salento.

La Giornata Mondiale dell’Alimentazione (celebrata quest’anno a livello nazionale lo scorso 17 ottobre) ha come obiettivi: la sensibilizzazione verso la tematica sempre attuale della fame nel mondo; la valorizzazione dell’impegno del Governo italiano e delle agenzie ONU (FAO, IFAD, WFP) verso questo fronte; un’attività di raccolta di fondi dedicata all’emergenza siccità in Corno D’Africa.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

7 + tre =