“Dubito che in questo Parlamento si possa determinare una maggioranza capace di riformare il sistema elettorale, sarebbe semplicemente l’impegno di chi vuole prolungare l’agonia del Governo Berlusconi”.

Il leader di Sinistra Ecologia e Liberta (Sel) e presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha commentato cosi’ la possibilita’ prospetta dal Governo di modificare l’attuale legge elettorale alla luce della raccolta di firme per il referendum per modificare l’attuale legge. “Quand’anche ci fosse qualcuno nella condizione di mettere mani sul sistema elettorale – ha aggiunto – non si puo’ fare altro che rispettare la volonta’ di un milione e duecentomila italiani che e’quella semplicemente di cancellare le norme del porcellum “. “Penso che l’intenzione di chi ha fatto nascere il referendum – ha rilevato ancora Vendola – era quella di abrogare le norme del porcellum e ripristinare le norme del mattarellum, cioe’ del precedente sistema elettorale”. “Quelli che a destra si compiacciono per la valanga di firme che vi e’ stata – ha concluso Vendola – dovrebbero fare atto di contrizione e ricordare che la vergogna del peggior sistema elettorale del mondo porta la firma del centrodestra, del ministro Calderoli”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 − quindici =