E’ stato denunciato ieri sera un 50enne di Galatone con l’accusa di abusivismo edilizio. I carabinieri della stazione locale, hanno infatti scoperto che l’uomo, un libero professionista, ha danneggiato l’esterno della Chiesa “San Pietro in Vincoli” situata in via del Mare, monumento risalente al 1600 inserito nel patrimonio archeologico, storico e artistico nazionale dei Beni Culturali di proprietà della Curia Diocesana Nardò-Gallipoli.

Il denunciato senza i prescritti titoli autorizzativi, compreso il parere della Soprintendenza delle Belle Arti, ha commissionato opere edilizie che hanno alterato la struttura della Chiesa. In particolare durante i lavori è stata danneggiata una pietra carparia del 1600, realizzata un’opera in cemento armato all’ingresso della Chiesa, inoltre sono stati effettuati lavori di rifacimento della pavimentazione che contorna la Chiesa stessa. I conci leccesi originali sono stati asportati e sostituiti, allo stato attuale, da una rampa eseguita in conci di tufo locale, il tutto alterando il sito originario.