Una giornata come tutte le altre per il mercato bisettimanale di Lecce. La manifestazione paventata la scorsa settimana è stata annullata, dopo l’incontro di sabato tra la delegazione dei commercianti e l’assessore alle attività produttive Luigi Coclite.

Eppure tra le file delle bancarelle ormai non si parla d’altro. Lo spostamento dell’intero mercato da viale Dello Stadio verso l’area tra via Roma e viale Aldo Moro continua a creare polemiche per via del poco spazio assegnato ad ogni postazione. Spazio che misurerebbe circa 6 metri per 6 e che per legge regionale rientra perfettamente nei limiti. Il problema però nasce dal fatto che in concreto lo spazio assegnato non basta neanche per posteggiare i camion.

“E non possiamo accontentarci solo del carico e scarico della marce”, lamenta uno degli operatori. “Alcuni di noi, hanno strutture fisse adibite alla vendita che misurano anche otto metri. E’ materialmente impossibile entrare in uno spazio così piccolo.”

“Anche volendo,” si aggiunge un altro (basta tirar fuori il discorso che si crea subito una piccola folla pronta a dire la propria ), “una volta messo il camioncino e sistemata la merce, come fanno i clienti a muoversi per poterla vedere? Non c’è lo spazio!”

L’assessore Coclite ha ascoltato sabato scorso tutti questi problemi, aprendo la strada al dialogo per poter trovare una soluzione, che permetta a tutti gli operatori di lavorare al meglio una volta trasferiti nella nuova area.

Gli stessi commercianti hanno proposto di creare un’appendice nelle strade limitrofe, per poter spostare quelle baracche che risulterebbero in surplus aumentando la metratura consentita.

“Noi siamo favorevoli al trasferimento, perché anche noi sappiamo che qui non possiamo stare.” Ha spiegato Carlo D’Oria, uno dei rappresentanti degli operatori, che ha partecipato all’incontro con Coclite. “E il fatto che l’amministrazione abbia voluto ascoltarci, è sicuramente una fonte di ottimismo. Però dobbiamo trovare un accordo che ci consenta di lavorare come si deve.”

Oggi intanto, l’Assessore alle attività economiche incontrerà il Sindaco Paolo Perrone, per discutere della faccenda e in settimana è stata programmata una prova nella nuova area mercatale: alcuni operatori infatti, piazzeranno le proprie baracche lungo una o due file, con la supervisione dell’assessore e degli esperti, per vedere quali siano in concreto i problemi logistici.

“Speriamo di riuscire ad intenderci,” ha concluso uno dei commercianti. “Noi con questi pochi metri ci sfamiamo le famiglie, paghiamo i mutui e l’università ai nostri figli. Non possiamo proprio farne a meno.”

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.