{youtube width=”400″ height=”300″}uRB_jZyZdvA{/youtube}

Si chiama “Tango no limits”, l’evento in programma a Lecce dal 16 al 24 ottobre prossimi. Organizzato dalle associazioni BelTango e Tracceditango di Lecce, prevede, tra l’altro, una lezione di tango per non vedenti e ipovedenti.

Negli ultimi anni, infatti, è nato e si sta sviluppando un altro grande filone del tango: la TangoTerapia che con le sue molteplici applicazioni terapeutiche sta destando l’interesse e lo studio degli operatori  di settore. Terapeuti che in tutto il mondo si stanno impegnando in un lavoro di sperimentazione del tango con risultati lusinghieri in campi quali il Parkinson, l’Alzheimer, l’afasia, l’oncologia, tecniche per migliorare la capacità cardio-respiratoria, la terza età, l’alcolismo e, più in generale, per il benessere individuale.
“Si tratta – ha spiegato Roberto Martella, consigliere delegato ai Servizi Sociali Comune di Lecce, durante la conferenza stampa di questa mattina – di una proposta innovativa all’interno del terzo settore. La musica e, in particolare, il tango, diventa terapeutica per soggetti svantaggiati, in questo caso soprattutto per chi ha una disabilità sensoriale”.
Il progetto è stato portato avanti grazie anche ad una sinergia tra più enti: Comune di Lecce, Comune di Cavallino, Università del Salento e Unione Italiana Ciechi. “Il tango – ha aggiunto Pino Belgioioso, istruttore di tango – rappresenta un momento do socializzazione forte. Il tango fa bene per la musica, per il rapporto umano che si crea, perché aiuta i processi di autostima e perché offre un grande senso di equilibrio”.
Per tutte queste ragioni Tango no limits diventa un evento significativo per il capoluogo salentino. C’è grande attesa, in particolare, per l’arrivo a Lecce di Matìas Tripodi, giovane ballerino e maestro di tango argentino proveniente da Buenos Aires che ha offerto qualche assaggio delle sue qualità al termine della conferenza stampa esibendosi in un ballo con la salentina Alessandra Durante, originaria di Leverano. Sabato 22 e domenica 23 ottobre sarà proprio Matias Tripodi il protagonista di uno stage di tango argentino a Palazzo Turrisi (via Marco Basseo, a Lecce), a partire dalle ore 15.30. Lo stage sarà anticipato nella giornata di venerdì 21 ottobre, alle ore 18, da una lezione di tango del maestro di tango argentino destinata ai ciechi e agli ipovedenti.
Per ulteriori informazioni: 3296143440 – 3477650838 (www.beltango.it; www.tracceditango.it).

L’evento è stato presentato oggi in una conferenza stampa a Palazzo Carafa alla quale hanno preso parte Roberto Martella, consigliere delegato ai Servizi Sociali Comune di Lecce, Paolo Morelli, assessore Politiche Sociali Comune di Cavallino, Toni Donno, Consigliere Unione Italiana Ciechi. Matias Tripodi, ballerino e maestro di tango, Pino Belgioioso, istruttore di tango, Rino De Palma, presidente associazione Beltango, Dario Sacco, dell’associazione Tracceditango e i ballerini di tango Matias Tripodi e Alessandra Durante.