Furto: è l’accusa che ha fatto scattare le manette ai polsi di due persone. Il primo arresto è avvenuto nel pomeriggio del 23 ottobre, nella marina di Casalabate, dove i militari della Stazione di Squinzano hanno arrestato in flagranza di reato Neculae Ghitescu, 37enne rumeno

, senza fissa dimora, sorpreso mentre perpetrava un furto in un’ abitazione del luogo. A seguito dei controlli,  il Ghitescu veniva anche deferito per ricettazione  poiché trovato in possesso di un ciclomotore, oggetto di furto denunciato alla Questura di Milano nel 1978. L’arrestato è stato accompagnato presso la casa circondariale di Lecce a disposizione A.G..

Mentre verso le ore 22.00, sempre del 23 ottobre 2011, in Porto Cesareo, i militari dell’aliquota radiomobile hanno arrestato in flagranza di reato   Claudio Pagano, 28enne, responsabile del furto di un’autoradio, perpetrato poco prima su una Fiat punto parcheggiata nei pressi del lungomare. Anche il 28enne ora si trova a Borgo San Nicola

Il terzo arresto è avvenuto questa mattina, intorno alle 4.30, quando le volanti della polizia di Lecce, hanno bloccato sulla Lecce – San Cataldo, una Fiat 500 rubata nel capoluogo salentino. Nell’auto gli agenti hanno ritrovato diversi arnesi atti allo scasso, utilizzati per la commissione del reato, il cacciavite era ancora conficcato nel blocco accensione,  oltre a un telefonino cellulare completo di sim e batteria.L’autista, Fabio Stea, 38enne, è stato per questo arrestato con le accuse di  furto aggravato e porto abusivo di arnesi atti allo scasso. L’auot veniva restituita la legittimo proprietario. Il 38enne ora si trova in cella

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.