Coltivava piante di marijuana ma è stato scoperto e arrestato dai carabinieri. Si tratta di un 51enne neretino, Vincenzo Dell’Anna, già noto alle forze dell’ordine, accusato di produzione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Tutto è iniziato qualche giorno fa, in contrada Morige, agro di Galatone, quando i militari della locale Stazione, durante una delle tante attività perlustrative, individuavano la presenza di 5 piante di marijuana, rigogliose e ben curate, tutte di una altezza variabile dal metro, al metro e mezzo e per un peso complessivo di quasi 2,5 chilogrammi. I carabinieri, a quel punto, decidevano di iniziare un’ attività di osservazione, finalizzata ad individuare il responsabile di tale coltivazione. La pazienza dei militari veniva premiata nel pomeriggio di ieri quando, a piedi, giungeva il citato Dell’Anna, bloccato dai militari mentre cercava di annaffiare le piante.

La perquisizione veniva successivamente estesa anche presso la propria abitazione, nel Comune di Nardò, dove i militari operanti rinvenivano ulteriori 11 grammi, già essiccati, di marijuana.

Tutto il materiale e la sostanza rinvenuta venivano sottoposti a sequestro. A seguito delle formalità di rito, l’arrestato, su disposizione del magistrato di turno, veniva trasferito presso la casa Circondariale di Lecce.

E sempre ieri, nella tarda serata, i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Maglie hanno arrestato Ilaria De Cesario, 39enne del luogo, già nota alle forze di polizia. La donna, nel corso di una perquisizione domiciliare, è stata sorpresa in possesso di tre piante adulte di cannabis indica di circa 1 metro e di un involucro con mezzo grammo della stessa sostanza.

Lo stupefacente è stato sequestrato e la donna è stata associata alla Casa Circondariale di Lecce con l’accusa di coltivazione, produzione e detenzione di stupefacenti.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

undici + 15 =