“La Provincia di Lecce – ha spiegato Gabellone – ha deciso di  sostenere i processi di crescita delle giovani generazioni e mettere in atto un apposito progetto che permetta agli studenti impegnati nella formazione universitaria e post-universitaria un più agevole accesso al credito.

 

Sarà assicurato l’accesso agevolato al credito da parte degli studenti meritevoli senza necessità, per gli stessi, di presentare garanzie reali o personali di terzi.

La Provincia di Lecce, grazie alla costituzione di un apposito fondo, farà da garante sui crediti concessi. I giovani in possesso dei requisiti previsti dal presente progetto potranno inoltrare domanda alla banca convenzionata e ottenere credito fino a 10.500 euro  nelle forme e modalità specificate nei punti successivi”.

 

“L’obiettivo – sottolinea il presidente Gabellone – è quello di mettere in condizione i giovani di investire responsabilmente sul proprio futuro, avere un più libero accesso al sapere e favorire il completamento della formazione universitaria in piena autonomia e serenità finanziaria, rinviando il pagamento di capitale e interessi al momento in cui gli studenti, terminato il percorso formativo, entreranno nel mondo del lavoro”.

Il credito ottenuto potrà essere utilizzato dallo studente indistintamente per finanziare il suo percorso formativo (pagare tasse e contributi universitari, partecipare a un programma comunitario Erasmus, iscriversi a un master post-universitario, acquistare un computer portatile con connessione wi-fi, pagare le spese connesse all’alloggio ecc.).

 

I beneficiari saranno gli studenti universitari di età compresa tra 18 e 35 anni, particolarmente meritevoli, residenti nel territorio della Provincia di Lecce che rispondono ai requisiti previsti dal bando.

Gli studenti per usufruire dei benefici del presente progetto devono:

risultare incensurati e non aver subito protesti o atti pregiudizievoli;

appartenere a un nucleo familiare il cui reddito ISEE non superi 20.000,00 euro;

essere iscritti ad un dei seguenti corsi:

a) laurea triennale (limitatamente al terzo anno di corso);

b) laurea specialistica di 2° livello – corso biennale

c) laurea specialistica a ciclo unico (limitatamente agli ultimi tre anni di corso);

d) corsi di specializzazione;

e) corsi di dottorato di ricerca;

f) master 1° o 2° livello

Non possono in ogni caso ottenere il prestito:

1. gli studenti in possesso di un titolo di studio di livello pari o superiore a quello finale previsto per il corso di studi cui si è iscritti, fatta eccezione per gli iscritti ai master;

2. gli studenti fuori corso o ripetente intermedio;

3. gli studenti che usufruiscono già di prestiti analoghi presso l’Università cui sono iscritti.

Per quanto riguarda requisiti di merito, gli studenti devono possedere, alla data del 31/08/2011, i seguenti requisiti minimi:

 

a) Per le lauree triennali: essere iscritto al terzo anno ed aver conseguito 90 (CFU) crediti con una media dei voti degli esami non inferiore a 25/30;

 

b) Per le lauree specialistiche di secondo livello biennali: essere iscritto, nell’anno accademico precedente, al terzo anno della laurea triennale ed aver conseguito almeno 150 (CFU) crediti con una media dei voti degli esami non inferiore a 25/30. La materiale erogazione sarà subordinata al conseguimento della laurea triennale ed all’iscrizione al corso di laurea specialistica. Per il secondo anno aver conseguito almeno 40 (CFU) crediti con una media dei voti degli esami non inferiore a 25/30;

 

c) Per le lauree specialistiche a ciclo unico in 5 anni essere iscritti:

al 3° anno ed aver conseguito 90 (CFU) crediti con una media dei voti degli esami non inferiore a 25/30;

al 4° anno ed aver conseguito 150 (CFU) crediti con una media dei voti degli esami non inferiore a 25/30;

al 5° anno ed aver conseguito 210 (CFU) crediti con una media dei voti degli esami non inferiore a 25/30;

 

d) Per le lauree specialistiche a ciclo unico in 6 anni essere iscritti:

al 4° anno ed aver conseguito 150 (CFU) crediti con una media dei voti degli esami non inferiore a 25/30;

al 5° anno ed aver conseguito 210 (CFU) crediti con una media dei voti degli esami non inferiore a 25/30;

al 6° anno ed aver conseguito 270 (CFU) crediti con una media dei voti degli esami non inferiore a 25/30;

 

e) Per le scuole di specializzazione essere iscritti ad uno degli ultimi tre anni;

f) Per i dottorati di ricerca: rientrare tra i vincitori dei posti messi a concorso nel relativo bando;

g) Per i Master: rientrare tra i vincitori dei posti messi a concorso nel relativo bando;

 

Sarà requisito di preferenza il possesso dell’ISEE più basso.

De seguito riportiamo le CARATTERISTICHE DEL PRESTITO FIDUCIARIO e la NATURA DEL BENEFICIO: il prestito fiduciario è erogato, in forma di apertura di credito su conto corrente bancario, da un Istituto di credito fra quelli che hanno sottoscritto con la Provincia di Lecce apposita Convenzione, previa istruttoria di merito creditizio favorevole svolta dall’Istituto stesso e previa concessione della “promessa irrevocabile di garanzia” da parte della Provincia. Il prestito è assistito da un fondo di garanzia istituito dalla Provincia e, pertanto, non possono essere richieste allo studente ulteriori garanzie personali e/o familiari.

L’apertura di credito accordata, la cui durata varia da 1 a 3 anni, consente allo studente di prelevare dal conto corrente un importo massimo annuo di 3.500,00 euro, fino all’importo massimo di 10.500,00 euro in tre anni. A tale importo accordato e prelevabile vengono aggiunti gli interessi passivi, maturati a carico dello studente durante il periodo dell’apertura di credito e durante l’eventuale anno di pre-ammortamento.

L’importo accordato sul conto corrente potrà essere prelevato dallo studente beneficiario in più momenti, a seconda delle proprie necessità, e ripristinato mediante accrediti sullo stesso conto corrente, fino allo scadere del periodo di validità dell’apertura di credito o sino ad eventuale revoca del beneficio. Lo studente in qualsiasi momento può perciò ridurre o estinguere la propria esposizione debitoria con semplice versamento senza alcuna spesa aggiuntiva.

Al termine del periodo di utilizzo dell’apertura di credito in conto corrente, l’eventuale saldo negativo comprensivo degli interessi maturati verrà consolidato e costituirà l’importo del prestito personale che lo studente potrà richiedere all’Istituto di Credito e che servirà per ripianare il saldo negativo. Il finanziamento accordato per il prestito dall’Istituto di Credito è soggetto a conferma del merito creditizio da parte dell’Istituto di Credito stesso.

Nel modulo di domanda gli studenti possono richiedere di fruire di apertura di credito su conto corrente bancario per una durata variabile da 1 a 3 anni. La durata richiesta per l’apertura di credito non può in ogni caso superare gli anni occorrenti per ultimare il corso cui si è iscritti, tenendo a riferimento l’anno di iscrizione e la durata legale del corso stesso.

Conclusa la fase di apertura di credito su conto corrente, seguono l’eventuale periodo di preammortamento attivabile su richiesta dello studente (12 mesi) e la successiva fase di erogazione del prestito personale e restituzione rateale mensile (massimo 7 anni).

Gli studenti beneficiari di prestito con apertura di credito pluriennale (2 o 3 anni) al fine di mantenere il beneficio accordato per il secondo e terzo anno, devono risultare regolarmente iscritti al corso di studi per gli anni accademici successivi a quello in riferimento al quale è stato concesso il beneficio ed in riferimento alla durata di apertura di credito concessa e mantenere i requisiti di merito.

La concessione del finanziamento è subordinata alla valutazione del merito creditizio del richiedente da parte dell’Istituto bancario ed alla concessione di “promessa irrevocabile di garanzia” da parte della Provincia di Lecce.

Previo esito positivo della valutazione di merito creditizio dell’Istituto di credito e rilascio da parte della Provincia della “promessa irrevocabile di garanzia” sul fondo di garanzia lo studente beneficiario, entro un mese dalla “promessa irrevocabile di garanzia”, può aprire un conto corrente intestato a suo nome attraverso il quale lo stesso potrà accedere all’importo accordato. Conclusa la fase di apertura di credito su conto corrente, seguono l’eventuale periodo di preammortamento attivabile su richiesta dello studente (12 mesi) e la successiva fase di erogazione del prestito personale e restituzione rateale mensile (massimo 7 anni).

 

Nella fase di apertura di credito su conto corrente saranno applicate le seguenti condizioni:

– l’interesse sarà calcolato aggiungendo al parametro Euribor 3 mesi (media mese precedente), lo spread previsto dalla convenzione; il tasso di interesse risultante è omnicomprensivo ed effettivo rispetto a qualsiasi voce di commissione o spesa;

– gli interessi sono calcolati trimestralmente sul saldo derivante dall’effettivo utilizzo del credito concesso;

– non sono addebitate commissioni di massimo scoperto o altre spese di gestione;

– l’eventuale estinzione è senza spese;

– gli interessi, l’imposta di bollo o sostitutiva e gli altri eventuali oneri fiscali sono a carico dello studente.

Nel prestito personale saranno applicate le condizioni stabilite dalla convenzione:

la liquidazione degli interessi nel periodo di pre-ammortamento è trimestrale posticipata;

l’interesse sarà calcolato aggiungendo al parametro “I.R.S. lettera” della durata del prestito, lo spread massimo previsto dalla convenzione; il tasso di interesse risultante è omnicomprensivo ed effettivo rispetto a qualsiasi voce di commissione o spesa;

non sono richieste spese di istruttoria;

l’imposta di bollo o sostitutiva e gli altri eventuali oneri fiscali sono a carico dello studente;

è consentita in qualsiasi momento e senza oneri aggiuntivi l’estinzione anticipata totale del debito: in tal caso lo studente è tenuto a rimborsare il debito residuo.

 

Al termine del periodo accordato di utilizzo dell’apertura di credito, oppure anticipatamente

qualora l’apertura di credito venga revocata per una delle cause previste nel bando, lo studente potrà richiedere all’Istituto di credito un prestito per un importo corrispondente al saldo negativo del conto corrente comprensivo degli interessi maturati. Tale prestito consentirà di ripianare il debito maturato.

Lo studente potrà scegliere la durata del periodo di rimborso del prestito, che non potrà comunque superare i 7 anni (84 rate mensili), escludendo l’eventuale periodo di pre-ammortamento. Il rimborso del prestito personale avverrà in rate mensili posticipate. Le rate saranno costanti per tutta la durata del rimborso.

Prima di avviare la fase di restituzione del prestito lo studente potrà richiedere all’Istituto di credito un periodo di preammortamento di 12 mesi. Durante tale periodo, allo studente non sarà addebitata alcuna rata in conto e verranno applicati unicamente gli interessi debitori, calcolati allo stesso tasso del prestito personale. Inoltre, durante il periodo di pre-ammortamento, in qualsiasi momento, lo studente potrà decurtare o azzerare la posizione debitoria senza alcuna spesa aggiuntiva.

Qualora – al termine del periodo di utilizzo dell’apertura di credito – l’Istituto di credito non confermasse il merito creditizio e non concedesse pertanto il prestito personale, lo studente dovrà rimborsare l’eventuale saldo negativo comprensivo degli interessi maturati nei tempi e con le modalità indicate dall’Istituto di credito stesso.

In caso di mancato rimborso da parte dello studente, l’Istituto di credito attiverà ogni azione (bonaria e legale) utile al recupero del credito, prima di richiedere l’escussione del fondo di garanzia. Dopo l’escussione del fondo di garanzia la procedura di recupero è demandata alla Provincia di Lecce gestore del fondo.

Il progetto prevede l’attivazione da parte della Provincia di un Fondo di garanzia per il credito ai giovani per la copertura delle eventuali insolvenze degli utenti beneficiari del prestito dell’importo complessivo di € 180.000,00 sul triennio 2011/2013 (€ 60.000,00 per ogni anno). Il rapporto tra i prestiti concessi e il fondo di garanzia sarà determinato in fase di selezione dell’Istituto/i di credito.

Il dirigente del Servizio Politiche Giovanili della Provincia ha predisposto apposito avviso pubblico, con scadenza il 31 OTTOBRE 2011. L’avviso pubblico è a disposizione sul sito istituzionale della provincia www.provincia.le.it.

 

L’avviso pubblico contiene:

1. le modalità di certificazione dei requisiti di merito da parte degli studenti e le verifiche che la Provincia metterà in atto per accertarne la veridicità;

2. lo schema di domanda per la partecipazione ai benefici del presente progetto.

Il dirigente del Servizio Politiche Giovanili della Provincia, inoltre, dovrà provvedere alla nomina di apposita Commissione per la valutazione dei requisiti di ammissibilità delle domande al fine di approvare la graduatoria dei soggetti beneficiari.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.