Siamo appena alla sesta giornata (su trentotto) e già il clima, a dispetto di tutte, ma proprio tutte le previsioni della vigilia, si è fatto pesante; la preoccupazione monta!

Il clima si è fatto pesante non tanto a causa della posizione di classifica di per sè sempre rimediabile, quanto della complessiva “insipienza” dei recital dei giallorossi.
Abbiamo sentito ripetutamente di: propositi di riscossa,(e che altro potrebbero proclamare i protagonisti?), i propositi di vestire i panni “da squadra”, di cattiveria agonistica di cui lo spogliatoio è probabilmente stracolmo: tutte cose, queste, che da ormai troppe giornate non trovano il corridoio che collega lo spogliatoio al campo di gioco.
Si sarebbe tentati di immaginare un male oscuro, ma sarebbe banalmente scaramantico! E allora?
E allora monta il sospetto che le entusiastiche lodi che accolsero i nuovi arrivati in sede di mercato (noi tra i laudatori) fossero frutto di legittima speranza più che di concreta consapevolezza.
Ma se ,tuttavia, qualcuno fosse a conoscenza di altro tipo di spiegazione, saremo ben lieti di prenderne atto così come dovrebbe forse esserlo Eusebio Di Francesco sollevato, a questo punto, dal compito di dare soluzione al mistero  riguardante i voti molto alti della campagna acquisti e quelli di gran lunga più bassi conquistati in campionato.

Gavino Coradduzza

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × tre =