I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Lecce, presso un esercizio pubblico di Campi Salentina, hanno sottoposto a sequestro il materiale utilizzato per la raccolta abusiva di giocate su eventi sportivi denunciando due persone per violazione delle norme di settore.

Le scommesse venivano effettuate per conto di un bookmaker estero non autorizzato nello Stato Italiano.

Nel corso del controllo, le Fiamme Gialle hanno accertato che il titolare dell’attività, un cinquantenne del posto, insieme al figlio, era privo della prevista licenza di pubblica sicurezza.

In pratica questi ultimi gestivano una attività di intermediazione abusiva per la raccolta delle somme e la trasmissione dei dati relativi alle scommesse effettuate al banco per conto di una società estera, avente sede a Malta e facente capo ad un noto gruppo societario inglese. In particolare, l’attività dell’intermediario consisteva nel ricevere dal giocatore i dati relativi alle sue giocate  (somma scommessa, eventi scelti con relativi risultati pronosticati) e nel trasmettere telematicamente la richiesta di accettazione al bookmaker estero che, in tempo reale e sempre telematicamente, rilasciava una matrice della giocata effettuata.

Gli accertamenti eseguiti dai finanzieri hanno permesso di verificare che non solo i gestori erano privi della necessaria licenza di pubblica sicurezza, ma che anche il bookmaker estero in questione non era legittimato all’organizzazione, all’accettazione ed alla raccolta di scommesse su giochi pubblici nel territorio nazionale, dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato.

Peraltro, il gestore è stato verbalizzato anche per aver consentito l’effettuazione di una scommessa nei confronti di un minorenne, che prevede l’applicazione della sanzione da euro 500,00 ad euro 1.000,00.

Sempre nella serata di ieri, in Soleto, i carabinieri della locale Stazione, nel corso di un predisposto servizio finalizzato al contrasto del gioco d’azzardo, hanno denunciato in stato di libertà A.V. 44enne e P.P.75enne entrambi di Galatina, gestore e responsabile della società. A seguito di un controllo presso l’internet point Fantasy Bet , sono state sequestrate due postazioni informatiche dalle quali si poteva esercitare l’attività abusiva di gioco /scommesse clandestine, di fatto truffando anche l’Amministrazione delle Finanze.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quindici − 2 =