Si è tenuta questa mattina, nella sala giunta di Palazzo Carafa, alla presenza dell’Assessore alla Cultura, Turismo e Spettacolo del Comune di Lecce Massimo Alfarano, la conferenza stampa di presentazione della collezione fall-winter 2012-2013, “Mulier”, firmata dallo stilista emergente Alessandro D’Amico, un giovane talentuoso di origini brindisine che ha scelto Lecce per la sua prima.

Presentazione alla stampa e buyer prevista per domenica 30 ottobre alle 18.30 in una delle location gioiello della Città di Lecce, forse la punta di diamante, il Castello Carlo V, cornice suggestiva ed evocativa per una collezione che si ispira al Salento dei profumi, dei sapori e soprattutto delle radici.
Un vecchio sud che è la meta e il percorso di un viaggio che coinvolge i sensi, accomuna le genti del sud, le raccoglie attorno al focolare ideale dei racconti delle nonne, si lega alle immagini dei vecchi corredi di pizzo e trine, ma richiama altrimenti i colori del mare, della terra, del soffio del vento leggero.
Suggestioni antiche rivisitate dall’occhio giovane di Alessandro D’amico, nella moda senza tempo che veste la donna che sceglie la semplicità dell’eleganza come mood, richiami all’arte antica del tombolo ed elementi contemporanei. Una donna che sceglie come ispirazione non l’anima cosmopolita e moderna, ma l’eco di racconti e il bagaglio di una storia che proprio nella donna ha trovato il suo centro, ventre contenitore di tradizioni e fulcro generatore di trasmissione. Una sorta di riscatto nella ricerca della libertà di espressione.
Pennellate luminose di colore sui capi, ispirati all’espressionista Yeats Jack Butler, per cappotti in bouclè, abiti in chiffon e georgette, gonne in crepe de chine, tubini in panno e pizzi macramè.
Uno staff, quello seduto a presentare la collezione, di giovanissimi, emozionati professionisti, dal direttore Marketing, la Dott.ssa Longo, alla PR Marianna Papa: un incoraggiamento al talento giovanile, questa azienda che si fonda su energie tutte nuove e ancora “sconosciute”, un motivo in più per darvi merito.
Tante le collaborazioni in atto: i gioielli disegnati appositamente per la collezione sono di Mari Diolini, miscelano suggestioni art nuveau e decò con un posto di rilievo per le perle; gli allestimenti floreali di Elisa Zampini.
Connubio particolare quello con la fotografia e con l’Accademia Fotografica Italiana, una mostra che testimonia attraverso il sapiente uso della tecnica dell’impressione della luce, quanto il corpo non sia solo materia ma sia soprattutto veicolo di emozioni e sensazioni.
Durante l’evento sfilata di domenica si terranno anche delle degustazioni enogastronomiche, a cammeo di una celebrazione di una tradizione tutta del sud, nel parterre prenderanno posto alcuni tra i più noti talenti nostrani che nella loro carriera o per il loro operato si sono particolarmente distinti, e grande novità, ben trenta blogger saranno tra il pubblico per fornire al giovane stilista quell’ulteriore volano impareggiabile che viaggia su internet alla velocità del suono.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

16 − 11 =