Sono stati ritrovati in possesso di un costoso smartphone di ultimissima generazione, rubato lo scorso agosto a Porto Cesareo ad un ragazzo originario di Monteroni, e sono finiti nei guai. Si tratta di tre cittadini di origine bulgara, P.R., P.R., P.K. di età comprese tra i 18 e i 30 anni.

Le indagini subito avviate dai Carabinieri della Stazione di Monteroni hanno permesso di risalire, non senza difficoltà ai tre, che l’avevano utilizzato con le proprie utenze cellulari. Il telefono così recuperato è stato restituito al proprietario che aveva oramai perso le speranze di ritrovarlo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 + quattordici =