A mezzogiorno di oggi riprende, nel Palazzo di Giustizia di Taranto, l’udienza preliminare per il processo sul delitto di Sarah Scazzi, la quindicenne uccisa il 26 agosto 2010 ad Avetrana .

In aula compariranno Carmine Misseri e Cosimo Cosma, fratello e nipote di Michele Misseri, come lui imputati di soppressione di cadavere. Questa mattina sono previste le arringhe dei due legali degli imputati, Raffaele Missere e Lorenzo Bullo. Domani sarà la volta, invece, della difesa di Sabrina Misseri. La ragazza è accusata in concorso con la madre di omicidio volontario, sequestro di persona e soppressione di cadavere. Il professor Franco Coppi, che difende la ragazza insieme con il legale tarantino Nicola Marseglia, potrebbe chiederne la scarcerazione. Sabrina Misseri è detenuta nel carcere di Taranto dal 15 ottobre del 2010. La decisione del gup Pompeo Carriere sulle richieste di rinvio a giudizio presentate dalla procura è attesa per il 10 novembre prossimo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × 3 =