I finanzieri della Compagnia di Gallipoli hanno sequestrato, nei giorni scorsi, 500 litri di gasolio agricolo, in procinto di essere destinato ad usi diversi da quelli consentiti.

Il prodotto petrolifero è stato rinvenuto a bordo di un furgone, guidato da un sessantaquattrenne di Cutrofiano, nel corso di un controllo eseguito sulla Strada provinciale 50, nei pressi di Aradeo.

L’uomo, fermatosi all’alt imposto dai militari delle Fiamme Gialle, non è stato in grado di esibire alcun documento di trasporto che potesse attestare la legittima provenienza e destinazione del gasolio agricolo.

Il trasporto del prodotto petrolifero destinato all’agricoltura, proprio perché soggetto ad un’aliquota agevolata, non avendo assolto l’accisa prevista per i normali impieghi (autotrazione e riscaldamento), è soggetto ad una rigida normativa per cui, se non risulta scortato da appositi documenti di trasporto, viene in ogni caso considerato destinato ad altri fini.

Il 64enne rischia una condanna da sei mesi a tre anni ed una sanzione fino a dieci volte l’imposta evasa.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × uno =