Nell’ultimo fine settimana, i finanzieri della Tenenza di Leuca, nell’ambito di appositi servizi di polizia marittima rivolti al contrasto della pesca di frodo, hanno sorpreso, nel corso di due distinte operazioni a Torre Pali e Lido Marini, località balneari del comune di Salve, due sub intenti a pescare in apnea durante la notte. 

In particolare, i finanzieri si sono accorti della presenza dei sub osservando i fasci di luce che provenivano da sotto la superficie del mare e, non potendo escludere che si stesse compiendo qualche traffico illecito, hanno atteso che uscissero dall’acqua per procedere alla relativa identificazione.

Accertato che si trattava effettivamente di due pescatori subacquei, i finanzieri hanno provveduto a redigere nei loro confronti appositi verbali, essendo la pesca subacquea assolutamente vietata di notte, applicando le sanzioni pecuniarie previste, che vanno da un minimo di 1.000 euro ad massimo di 3.000 euro.

Inoltre, così come prevede la normativa di riferimento hanno proceduto anche al sequestro dell’attrezzatura utilizzata, ovvero i fucili da sub e le torce, trasmettendo poi tutti gli atti alla Capitaneria di Porto di Gallipoli, quale Autorità competente in materia.