Perché la guerra non è divenuta un tabù? Perché si combatte e si uccide, si stuprano donne, si umiliano interi popoli? Nessun uomo sano di mente potrà mai accettare questa realtà come connaturata alla storia e all’esistenza stessa dell’uomo.

Gli sforzi di progresso compiuti dall’ingegno e dall’esperienza umana non potranno che tendere alla liberazione dalla più grande delle schiavitù, quella della violenza e delle guerre.Nichi Vendola

CONDIVIDI