Foto Andrea Stella”Chiederemo che nel decreto sviluppo i due miliardi di euro sottratti ai Fas siano utilizzati prioritariamente per finanziare la perequazione delle infrastrutture nel sud, cosi’ come previsto dalla legge 42 sul federalismo, altrimenti ci sara’ un ulteriore buon motivo perche’ la componente di Io Sud

non voti il decreto”. Lo afferma la senatrice Adriana Poli Bortone, presidente di Io Sud. ”Fra i tagli operati dal governo ai fondi Fas -ricorda la Poli Bortone- spiccano 960 milioni di finanziamenti alle Ferrovie, un miliardo 440 milioni per contratti di servizio Trenitalia per il periodo 2009-2011, 330 milioni per il trasporto ferroviario. Di questi due miliardi sottratti ai Fas, il mezzogiorno non ha tratto alcun beneficio, anzi i danni si sommano ai danni, se consideriamo che si stanno addirittura sopprimendo alcune tratte ferroviarie. Dal maggio scorso sono stati soppressi i vagoni letto da Lecce a Roma e viceversa. Per non parlare del tratto Bari-Taranto-Lecce dell’alta capacita’/velocita’ ferroviaria per il quale non e’ previsto nessun finanziamento”. ”Gia’ troppo cocente -conclude la senatrice- e’ stata la chiusura del governo ieri rispetto alla certificazione dei crediti delle imprese medie e piccole nei riguardi della Pubblica Amministrazione, un ulteriore colpo inferto al tessuto dell’imprenditoria soprattutto meridionale. Io Sud non e’ piu’ disposta quindi a fare sconti a nessuno”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × 5 =