Dopo l’inaugurazione riservata al cantautore Mimmo Cavallo, la rassegna Tele & Ragnatele della Saletta della Cultura “Gregorio Vetrugno” di Novoli (Le), curata da Mario Ventura e organizzata in collaborazione con Coolclub, prosegue fino a dicembre con otto appuntamenti dedicati alla musica d’autore.

Venerdì 28 ottobre alla Saletta arriva Mino De Santis che presenterà i brani del suo primo cd “Scarcagnizzu” (Fondo Verri), diventato un piccolo “caso” estivo con decine di concerti in tutta la provincia e la partecipazione a Bari alla rassegna “Il Tenco ascolta”. Ha “una storia da raccontare” fatta di tante piccole storie Mino De Santis, cantautore ironico, paroliere salentino armato di chitarra, dallo spigliato genio pungente e sardonico. Oltre alla tormentata vicenda d’un padre annichilito dal desiderio di un maschietto, o quella del moribondo che alfin trapassa, alle poesie messe in musica per la magia della sua terra, il Salento o sua maestà l’ulivo, la voce marcata e profonda si trastulla in più o meno mascherate metafore di pregiudizi e difetti, in un’esilarante “batracomiomachia” dei caratteri salentini, passando con irriverente comicità per l’opportunismo politico, l’emigrazione, la disoccupazione, il menefreghismo, un mix coinvolgente e trascinante in cui “tutto è cultura”.

Sabato 5 novembre sul palco la giovane cantautrice brindisina Valentina Gravili, fresca vincitrice del Premio Mei come Miglior Autoproduzione 2011 per “La balena nel Tamigi”. Autrice di testi e musica, scrive le sue canzoni inizialmente per hobby, fino a quando conosce casualmente il produttore Pino Romanelli che la porta in sala d’incisione. Nel 1999 esce così un cd singolo contenente tre brani: “Rinuncia”, “Silenzio” e “Inganno visivo”, l’anno seguente è la volta di “Alle ragazze nulla accade a caso” il suo cd d’esordio accolto con grande entusiasmo da tutta la stampa specializzata. Un consenso di critica che si concretizza con l’assegnazione del Premio Ciampi 2001 come miglior debutto discografico. Da qui l’inizio di una serie di live che la portano sul palco insieme ad artisti come Cristina Donà, Carmen Consoli, Nicolò Fabi, Irene Grandi, Luca Madonia, Max Gazzè, Bandabardò e Suzanne Vega. Nel 2009 viene pubblicato “La comica finale”, incluso nel tributo a Angelo Branduardi “Cogli la prima mela”. Nell’aprile del 2011 esce “La balena sul Tamigi”, prodotto da Amerigo Verardi. L’inconsueto titolo è stato ispirato dalla vicenda avvenuta qualche anno fa ad un cetaceo che, dopo aver perso il senso dell’ orientamento, giunse smarrito nelle acque del Tamigi. Valentina fa dello smarrimento di quella balena la metafora dei nostri tempi, in cui i punti di riferimento vengono a mancare e ci sente persi.

Sabato 19 novembre torna alla Saletta Bungaro, autore e cantautore tra i più originali e apprezzati dalla critica italiana. Dopo alcuni concerti/eventi dello scorso anno con Omar Sosa, Paula Morelenbaum, Fiorella Mannoia, Ambrogio Sparagna per la presentazione dell’album “Arte” Bungaro propone un tour acustico affiancato da Michele Ascolese (chitarre, bouzouki, effetti), già collaboratore di Fabrizio De Andrè e Angelo Branduardi. Tra jazz, pop e classici della canzone d’autore con un set molto intenso. Bungaro, compositore raffinato, le cui canzoni viaggiano con naturalezza tra le voci illustri di icone della musica come Fiorella Mannoia, Ornella Vanoni, Paula Morelenbaum e in ultimo “Il mare immenso”, una ballata rock scritta per Giusy Ferreri e con cui la cantante siciliana si è presentata allo scorso Festival di Sanremo. Bungaro, un artista capace di interpretare magistralmente l’universo femminile e “al femminile”, ha inoltre appena iniziato una collaborazione con Chiara Civello e Ana Carolina, oltre ad aver scritto e prodotto il nuovo disco di Pilar (vincitrice Musicultura 2007 e finalista al Premio Tenco). Il suo cd “Arte”, da cui è tratto il “live”, ha già riscosso in Italia ampi consensi sia di pubblico che di critica ed uscirà in Brasile con l’inserimento del pezzo “Notizia di te”, tema famosissimo della Novela (italo-brasiliana) “Passione” che fa oltre 80 milioni di audience, in prime time sulla Globo Tv.

Venerdì 25 novembre ultimo appuntamento del mese con Ettore Giuradei, che presenterà i brani del suo terzo cd “La repubblica del sole” (Novunque/Mizar Records). Alle spalle quasi 200 concerti e tre album che non hanno lasciato indifferenti: una nuova alchimia di folk, rock e canzone d’autore, capace di evocare un’atmosfera fuori dal tempo. Intrecci di parole a creare situazioni sospese, intime ma sempre legate ad una realtà che non viene mai tralasciata. Racconti che si snodano attraverso abbandoni e ripartenze, in un caleidoscopio di emozioni che non può che coinvolgere e trascinare. Un concerto insieme vicino e distante, sanguigno e raffinato, in cui Ettore Giuradei mette il proprio istrionismo al servizio dell’accompagnamento, minimale eppure pieno ed avvolgente, del fratello Marco Giuradei. A cavallo tra tradizione e rinnovamento, Giuradei promette di lasciare un segno importante nella nuova canzone d’autore italiana.

Ancora in via di definizione il programma di dicembre che ospiterà Germano Bonaveri, Daniele Ronda & Folklub, Duo + due quartet e Sout Blue Trail.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

12 − 2 =