Da venerdì 28 ottobre riapre il Triade, storico live pub di Copertino, con cinque giorni consecutivi di live e dj set tra rock, cabaret, funk e molto altro ancora.

Primo appuntamento venerdì 28 ottobre con The Cyborgs. Nessun volto, nessun nome, solo tanta musica ed ironia. Sono The Cyborgs, power duo più unico che raro nel panorama musicale italiano. Dopo l’uscita dell’omonimo album lo scorso 1 maggio, partono per un tour dove “se non balli non c’è futuro”. I due musicisti mascherati accompagneranno Eric Sardinas nei suoi concerti italiani e poi proseguiranno la loro tournèe per le principali città italiane. Nessuno li ha mai visti, nessuno conosce i loro volti e i loro nomi. Si fanno chiamare semplicemente “0” e “1”, come i simboli del sistema binario. “0” suona la chitarra ed è la voce del duo, che grazie ad un microfono inserito nella maschera, sembra provenire direttamente da una navicella spaziale. “1” fa tutto il resto: bassi alle tastiere e batteria. In un’epoca in cui tutto è basato sull’apparenza ecco che due sconosciuti mascherati scelgono di mantenere l’anonimato, mettendo in primo piano solo la musica che da sola basta a smuovere le coscienze. Musica da loro stessi definita “electrofunkblues”: il passato ripreso in chiave futurista. Il blues delle origini, la musica nera che tra gli anni 30’ e 60’ ha rivoluzionato il panorama artistico mondiale, riproposto in chiave moderna ed attuale, senza dimenticare che da allora ad oggi ha dovuto attraversare molte vicissitudini. Tutto ciò con l’aiuto di vecchi arnesi, bidoni e tutto ciò che può avvicinarli al suono originario del genere. Due alieni venuti dallo spazio con un’unica missione: ritornare alla semplicità eliminando il superfluo. A partire dalla propria immagine. In un’intervista il duo ha dichiarato “Veniamo dal futuro, nel presente, per tenere in vita il passato”. Questo è il loro album: 11 tracce inedite per capire che il blues non è mai stato così attuale. Il blues, grezzo, primordiale, autentico, perfetta negazione della cultura del consumo e dell’estetica. Li avevamo già visti aprire il concerto di Jeff Beck nel corso della rassegna musicale “10 Giorni Suonati” al Castello Sforzesco di Vigevano. Per il prossimo autunno Barley Arts ha organizzato il loro tour che andrà a toccare tutte le principali città italiane. Tour dal nome significativo “Save Your Face”: tutti dobbiamo stare attenti a salvarci ora che siamo in tempo Cyborgs stanno arrivando.

Sabato 29 ottobre secondo appuntamento con un dj set molto speciale che vedrà sul palco Rekkia Raw, batterista degli Après la Classe, che seleziona musica reggae, balkan e electro-swing, affiancato dal “Salento Brass Project”, una sezione fiati tutta “salentina” formata da tre validi musicisti molto noti nel loro ambiente e cioè Andrea Doremi (Mr.Brass) al trombone, Salvatore Pasca (Sax-p) al sassofono e Simone Stefanizzi (Simo-trumb) alla tromba che darà quel tocco “brass” al set di Rekkia, in un atmosfera molto coinvolgente.

Domenica 30 ottobre in consolle arrivano due dei d.j. più “rare” d’Italia: Sandro Litti e Luigi Zappa. Collezionisti di vinili, il loro set è un vero viaggio nel mondo della musica.

Lunedì 31 ottobre si festeggia Halloween con il concerto dei Bundamove, un progetto in cui il funk si veste di beat, riff e groove potenti e coinvolgenti che riportano alle sonorità vintage della scena musicale degli anni 60. Emanuele “Manufunk” Pagliara, Marco “donSkal” Calabrese e Michele “Mike” Minerva, rispettivamente chitarra, tastiere e basso di RoyPaci&Aretuska, Antonio “Dema” De Marianis, batterista degli Steela, Alessandro Nocco al sax e Gabriele Blandini alla tromba, scoprono presto il fascino di trasformare grandi classici del rock, del reggae e del pop in remake funky capaci di far ballare anche i più restii!

Martedì 1 novembre spazio al cabaret del gruppo “I MalfAttori”, formato da Sabina Blasi, Gianpaolo Viva, Sergio Orlanduccio, Roberto Rovito, promuove per la stagione in corso uno spettacolo di cabaret dal titolo “E perché no?”. Il repertorio dello spettacolo è composto da una serie di esilaranti gags che descrivono, in maniera ironica e iperbolica, diversi aspetti e avvenimenti della vita quotidiana, con toni, ritmi e cambiamenti funamboleschi, determinati da un continuo “gioco all’improvvisazione” dei personaggi/attori.

La programmazione proseguirà a novembre e dicembre con Hugo Race e Billy T. Band (5 novembre), Steela (12 novembre), Serpenti (18 novembre), The Waines (2 dicembre), Insintesi (3 dicembre), Bud Spencer Blues Explosion (27 dicembre), Lele Spedicato (28 dicembre), solo per fare qualche nome.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette + 1 =