Vittorio Colitti, l’agricoltore di 68 anni accusato di aver ucciso a coltellate il 15 giugno 2008 il consigliere comunale dell’Idv di Ugento Giuseppe Basile è stato scarcerato.

L’uomo, che si trovava agli arresti domiciliari, è stato rimesso in libertà dai giudici della Corte di Assise di Lecce, essendo venute meno le esigenze cautelari.

Lo scorso 28 dicembre i giudici minorili leccesi hanno assolto dalla stessa accusa il nipote omonimo di Colitti, all’epoca dei fatti minorenne. All’origine dell’omicidio, secondo l’accusa, ci sarebbero stati rancori tra Colitti e la vittima.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.