Il Consiglio Comunale che si è riunito in seduta straordinaria lo scorso 19 ottobre ha deliberato su alcune questioni importanti per il presente e il futuro della comunità leveranese.

Scorre veloce la prima parte del Consiglio che, presieduta dal dott. Muci Francesco, approva con ottimi numeri le due pratiche di bilancio legate alla scadenza di fine settembre: la ratifica della salvaguardia degli equilibri e la  variazioni di bilancio.
L’assessore Laura Giannotta, titolare della delega al bilancio, tratta tutti i punti  con chiarezza e semplicità.
La struttura delle variazioni presentano modificazioni in entrata  ed in uscita rispetto al bilancio di previsione per circa € 1.350.000,00  per effetto di due progetti finanziati dalla Unione Europea: Interreg Grecia Italia 2007/2013 Progetto Maditerraneo Life Style e Progetto Thiropedia.
E’ comunque un bilancio che mantiene il pareggio finanziario di gestione ed il rispetto degli equilibri generali di bilancio ai sensi dell’art. 193 del T.U. 267/2000. E’ stata anche accertata l’inesistenza di debiti fuori bilancio nonché l’inesistenza di disavanzo di amministrazione.
Altro dato importantissimo è che risulta rispettata la normativa in materia di patto di stabilità anno 2011 che ci fa rientrare ancora una volta a pieno titolo nella categoria dei “comuni virtuosi”.  
In uno degli ultimi punti è stata discussa e messa ai voti la proposta relativa all’acquisizione dei terreni in località Palude Cupa per un totale di circa otto ettari su cui in futuro dovrà sorgere un Parco Naturale.
Una decisione importante presa con la maggioranza dei voti da parte del Consiglio Comunale che permette alla comunità leveranese di gettare le basi concrete per la realizzazione di un grande polmone verde nella periferia di Leverano. Un investimento importante di duecentosettantamila euro che, però, è necessario per un intervento nel lungo periodo e di cui tutti i cittadini potranno  solo beneficiare.
Al vaglio l’idea di dar vita ad un concorso per la progettazione di questo Parco Naturale che potrà contare anche sull’uso di alcune particolari tipologie di piante per favorire il drenaggio di una zona tradizionalmente paludosa.
<<Questo è il risultato di un lavoro quotidiano intenso che ci porta a seguire attentamente tutte le questioni aperte che riguardano la vita amministrativa del Comune>> così esordisce il Sindaco Cosimo Durante << Per quanto riguarda l’acquisizione al patrimonio comunale del terreno in località Palude Cupa, la valenza dell’iniziativa è esaltata dal fatto che la zona in oggetto è sottoposta a vincolo idrogeologico, quindi zona in cui è vietato qualsiasi intervento urbanistico. La piantumazione arborea e un conseguente parco verde, rappresenta lo sbocco ideale rispetto a una probabile “non coltivazione” da parte degli attuali proprietari proprio in virtù del pericolo di allagamenti. Ritengo inoltre che ci sia la base e l’occasione giusta per iniziare la progettazione partecipata affinché tale luogo non perda la sua valenza identitaria e divenga un  polmone verde per la nostra comunità>> così conclude il Sindaco.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × 2 =