Vieni avanti cretino è un film del 1982 da Luciano Salce con Lino Banfi come attore protagonista. Il titolo è un esplicito omaggio alla battuta dei fratelli De Rege, duo comico italiano famoso negli a anni 30-40, e con essi alla tradizione dell’avanspettacolo italiano.

Il film si apre con dei cartelli che annunciano la presenza di, nell’ordine Marlon Brando, Bo derek e John Travolta, i cartelli corrispondono ai camerini superlussuosi degli attori. L’ultimo cartello inquadrato, scritto a penna, attaccato malamente ad una porta mezza rotta con la maniglia disfatta, corrisponde al camerino di Lino Banfi, arrangiato in un gabinetto. L’attore pugliese, bevendo scotch, annuncia la presenza nel cast, degli attori americani.
Ma all’improvviso una telefonata irrompe, è l’avviso che i famosi attori rinunciano a recitare nel film, ognuno per motivi diversi.
La pellicola parla di un ex galeotto, un certo Pasquale Baudaffi che uscito dal carcere, viene aiutato dal cugino (Franco Bacardi) impiegato all’ufficio di collocamento a trovare un impiego. L’impegno del cugino viene ricambiato dall’ex galeotto con dei totali fallimenti. Il termina con Banfi che chiede a Salce cosa ne pensasse del film, e per tutta risposta, il regista  assolda un plotone d’esecuzione dotato di armi improprie cioè le torte alla panna che vengono lanciate tutte sulla faccia di Lino Banfi, l’ultima torta viene lanciata da Salce, successivamente appare la scritta “Fine”, fermo immagine e titoli di coda. Di questo film si è molto parlato come dell’ultima commedia all’italiana mai realizzata, in realtà è più di un omaggio all’ avanspettacolo, che da al film i momenti più divertenti, come il primo episodio, in cui Banfi entra in uno studio dentistico credendo che fosse una casa di tolleranza (nel 1982 !!). Il film nei suoi 98 minuti non nasconde qualche volgarità, ma tutto sommato, la pellicola risulta ricca di momenti ilarici, grazie anche al contributo Gigi Reder e Luciano Turina. All’epoca si credette, con questo film che Banfi fosse vicino alla svolta nella carriera, passando dalla serie B alla seri A, invece era Salce, regista Romano, a scendere di serie.
Vieni avanti Cretino non è solo un film nato per far ridere, è condito anche da una trama da non trascurare, infondo oggi come ieri, quanti usciti dal carcere hanno difficoltà a trovare lavoro? Di sicuro è un film da vedere in compagnia, per passare una piacevole serata insieme al nostro amato Lino Banfi, comico moderno ma con la tradizione dei comici d’altri tempi.