Foto Andrea Stella“Nella giornata mondiale dello studente, che si celebra il 17 novembre, si festeggia la libertà. Siamo nell’anno in cui proprio gli studenti hanno scritto un’importante pagina di storia.

Sono stati gli studenti, infatti, i protagonisti di quella primavera araba che, cancellando dittature consolidate, sta rimodulando l’intera geopolitica mondiale.” Lo dichiara l’on. Teresa Bellanova.
“Piazza Tienanmen, Neda e l’onda verde iraniana, la Tunisia, la Libia, passando per quella piazza Tahrir che è diventato il simbolo della voglia di libertà e democrazia reale, e che ha dato origine al movimento mondiale degli indignados. Ovunque le istanze di cambiamento profondo di una società ingiusta riescano a farsi largo, sono gli studenti a farsene motore. Perché la conoscenza è libertà e loro ne sono pienamente consapevoli.
Oggi l’Italia sta attraversando uno dei periodi più bui della sua storia. In un Paese gerontocratico come il nostro, la crisi drammatica che il mondo sta vivendo si abbatte ulteriormente su una generazione ormai abbandonata, che fortunatamente non ne vuole proprio sapere di rassegnarsi.
Il loro orgoglio, la loro forza, la loro irrefrenabile voglia di libertà. Sono queste le risorse su cui l’Italia deve riporre le proprie speranze se vuole che quel cambiamento autentico che tutti auspicano si realizzi concretamente.”

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 + 13 =