Foto Andrea Stella“Lo scorso anno contro la Roma sono stato in panchina sia nella gara d’andata che in quella di ritorno. Giocare contro la Roma procura sempre un effetto strano, sono cresciuto li'”.

Andrea Bertolacci, centrocampista offensivo del Lecce, presenta cosi’ la sfida tra il club salentino e la Roma, sua ex squadra, in programma domenica sera all’Olimpico. “Nello scorso campionato ho giocato all’Olimpico contro la Lazio, alla fine riuscimmo a vincere per 2-1, anche se trovarsi di fronte la Roma ha un sapore diverso, c’e’ il sapore di casa. Fino ad ora penso di aver dimostrato, anche se ho solo 20 anni, che ho il carattere giusto per poter giocare. Quelle di cui parlavo prima sono sensazioni che ci saranno prima del fischio d’inizio – sottolinea il calciatore del club salentino – poi vanno via e una volta in campo pensero’ esclusivamente a fare bene per la squadra. Fino al 23 agosto sono stato in ritiro con la Roma, ho fatto parte di uno splendido gruppo nel quale ho avuto uno splendido rapporto con tutti. Dal punto di vista dell’agonismo quella di domenica sara’ una gara difficile, loro ci sono superiori, pero’ noi nelle ultime uscite abbiamo dimostrato che il Lecce e’ migliorato, stiamo crescendo in compattezza che alla fine fa la differenza. Gli attaccanti senza gol? Non ci dobbiamo fasciare la testa, se contro la Roma segnera’ un attaccante saro’ felice – chiude Bertolacci – anche se alla fine conta il risultato della squadra e va bene anche se andra’ in gol un difensore”. Il tecnico del Lecce, Di Francesco, ha fatto disputare questo pomeriggio al Via del Mare un test amichevole contro la formazione Allievi. Dei nazionali e’ rientrato il solo Falcone, mentre Tomovic, Caudrado e Ofere saranno disponibili per la seduta di domani pomeriggio, programmata sempre al Via del Mare. Hanno svolto un lavoro differenziato Di Michele, Diamoutene, Mesbah, Giacomazzi e Carrozzieri.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 + otto =