Foto Andrea StellaSbarca a Bari l’annosa vicenda relativa alla centrale a biomasse da 37mw di Cavallino. È il Consiglio Regionale, stavolta, a esprimere in maniera ferma il suo no. Lo fa rinsaldando i ranghi tra maggioranza e opposizione.

Lo fa a cominciare dal Presidente Nichi Vendola e dalla sua Vice Loredana Capone. Lo fa anche la minoranza, che per bocca del suo portavoce Rocco Palese dice: “in questo modo diamo forza alla Capone per dire in conferenza dei servizi francamente no alla centrale”. Insomma, tutti compatti nella bocciatura “politica” all’impianto che la Tg Energie Rinnovabili, società della galassia riconducibile al Gruppo Tozzi di Ravenna, vorrebbe impiantare a Cavallino. Ma tutti sanno che questo non basterà. Giornata chiave sarà allora quella del 16 dicembre, data in cui, dopo 17 mesi di stallo e l’iniziale commissariamento dell’iter autorizzativo, sarà riconvocata la conferenza di servizi per chiudere definitivamente il procedimento. Nella speranza di uscire dall’impasse che finora l’ha impantanato, vale a dire la discordanza tra i due pareri rilasciati da Palazzo dei Celestini. Il primo, in sede di Via, risalente al 17 luglio 2009, era favorevole. Il secondo, in sede di Autorizzazione integrata ambientale, invece negativo. D’altronde, non poteva essere altrimenti, visto che è arrivato subito dopo le sonore bocciature di Arpa e Asl. La centrale, infatti, dovrebbe bruciare 172 tonnellate al giorno di olii vegetali provenienti dall’Africa, da collocare accanto all’impianto di produzione di cdr e di fronte alla prima discarica. In un’area agricola che, però, il Comune di Cavallino ha voluto appositamente inglobare in quella industriale, con variante al prg. Già, il Comune retto dal Sindaco Michele Lombardi. Per il momento rimane l’unico ente ad aver spalancato le porte al progetto della Tg Energie. A fare gola, infatti, sono anche le royalties. Incasserà 9Milioni di euro in 15 anni, 3milioni di euro in opere pubbliche, acqua calda per la sua z.i. per tutta la durata di vita dell’impianto. Numeri senza i quali il quadro, probabilmente, non potrebbe essere comprensibile.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dieci + dodici =