Nel corso di operazioni di controllo del territorio finalizzate all’antibracconaggio, nella notte appena trascorsa gli Agenti del Comando Stazione Forestale di Tricase, durante un controllo dell’attività venatoria predisposto al contrasto dell’uso illegale

dei richiami acustici a funzionamento elettromagnetico che riproducono i versi di avifauna selvatica,  in agro del Comune di Gagliano del Capo in località “Scampirre” hanno notato un cacciatore, che scorgendo in lontananza gli agenti, si è tempestivamente dileguato abbandonando su di un muro a secco un riproduttore elettronico del verso del tordo. Pertanto, gli agenti hanno proceduto al sequestro del richiamo acustico. Si ricorda, infine, che questo metodo, nell’attività venatoria, è vietato dalla normativa vigente.