Anche quest’anno il Caspur-Ciber Publishing – Pubblicazioni ecosostenibili partecipa alla “Città del Libro – Rassegna nazionale degli autori e degli editori” di Campi Salentina, in programma dal 24 al 27 novembre. Il Caspur-Ciber Publishing è il servizio editoriale del Consorzio interuniversitario per le Applicazioni di supercalcolo per Università e Ricerca e si occupa di sviluppo dell’editoria elettronica ad accesso aperto, per la conservazione ed il ripristino dell’ambiente naturale.

La piattaforma è stata realizzata in collaborazione con il Coordinamento SIBA dell’Università del Salento e le pubblicazioni sono liberamente accessibili, oltre che sul sito dell’Editore, anche nel Sistema ESE (http://siba-ese.unisalento.it) del Coordinamento SIBA dell’Università del Salento. Assieme all’editore Caspur-Ciber Publishing – Pubblicazioni ecosostenibili saranno presenti, nello stand “Pubblicazioni ecosostenibili”, l’editore Casalini Libri di Fiesole e la Cooperativa Imago di Lecce. Interverranno autori e partner dell’editore sulle pubblicazioni elettroniche ad accesso aperto ed ecosostenibili, sulla biodiversità e salvaguardia dell’ambiente. L’editore ha inoltre organizzato, in collaborazione con la Fondazione Città del Libro e l’editore Casalini, il concorso a premi “Ecomuseo dei saperi, dei mestieri e delle pratiche tradizionali ecosostenibili”, rivolto alle classi delle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia di Lecce e a gruppi di studenti dell’Università del Salento. Per i primi classificati sono previsti premi tra cui iPad, ebook-reader, e-book, offerti da Casalini Libri e da Caspur-Ciber Publishing, da Ledizioni-LediPublishing e da Cenfor International. I prodotti selezionati saranno presentati nel corso della manifestazione; la premiazione dei vincitori avverrà sabato 26 novembre. Il miglior prodotto tra quelli selezionati potrà essere pubblicato online dagli editori Caspur-Ciber Publishing – Pubblicazioni ecosostenibili e Casalini Libri; per questa pubblicazione elettronica potrà essere effettuato un intervento di ripristino ambientale in una zona degradata o a rischio, indicata dalla classe o dal gruppo di studenti universitari autori della pubblicazione, in collaborazione con l’Orto Botanico dell’Università del Salento e l’ARIF Puglia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

6 + 9 =