Un 30enne colombiano, residente a Roma, è stato denunciato in stato di libertà per favoreggiamento alla prostituzione. È accaduto nel tardo pomeriggio di ieri, ad Alezio.

L’operazione dei carabinieri era iniziata già da alcuni giorni, a seguito di un via vai eccessivo, ad ogni ora del giorno e della notte, di cittadini di ogni età, nei pressi di un appartamento di campagna del Comune di Alezio. Nel tardo pomeriggio di ieri, è scattata l’irruzione.  All’interno dell’abitazione i carabinieri hanno trovato una ragazza colombiana, intenta a prostituirsi con un cittadino brindisino, e un ragazzo colombiano, transessuale. Inoltre durante perquisizione domiciliare, i Carabinieri hanno ritrovato, oltre a vario materiale utile per la prostituzione, anche della sostanza stupefacente: all’interno di un cassetto del comodino di una stanza da letto, un involucro in cellophane contenente gr. 0,7 di marijuana, occultati in un cestino e in un porta frutta, rispettivamente  ulteriori gr 1.2 e 1,9 di marijuana. Dietro ad una stufa a gas presente nell’appartamento e dentro ad una scatola di riso i Carabinieri recuperavano e sequestravano, anche , la somma contante di € 2.120,00, denaro ritenuto provento dell’illecita attività di prostituzione. Ai cittadini stranieri veniva proposto foglio di via obbligatorio. Sostanza stupefacente, denaro e materiale utile per la prostituzione veniva sottoposto a sequestro. Indagini in corso allo scopo di verificare se, oltre alla prostituzione, si agevolasse anche l’utilizzo di sostanza stupefacente.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × uno =