Le crisi si succedono alle crisi. Il nostro tempo attraversa un grigio ed apatico periodo di compressione e stallo sociale. E, invece di rifletterci su, pare che non ci sia altro modo per risolvere ciò, che rincarando la dose e perseverando in vertiginose accelerazioni che ci permettano di approdare ad un utopistico ed orgiastico futuro.

Certo, il trascorrere del tempo ha da sempre rappresentato nell’immaginario collettivo una… dimensione fondamentale, intrinsecamente dinamica, di ogni evento socio-comportamentale; esso stesso è infatti in stretto rapporto con ogni fenomeno legato allo sviluppo ed al cambiamento. Ma è davvero questa l’unica strada perseguibile? Davvero non vi è altra soluzione all’ennesima folle corsa ad occhi chiusi? Qual’è quindi il reale significato di cambiamento e sviluppo? La mostra collettiva “Sorte nostra”, percorrendo gli attigui e paralleli linguaggi della pittura, scultura, fotografia ed interior design, intende proporre scenari, visioni e percezioni di un futuro X articolati attraverso le molteplici idee e registri che gli artisti propongono.

L’evento itinerante verrà inaugurato lunedì 14 novembre alle ore 18.00 presso le Officine Cantelmo di Lecce e si articolerà in quattro tappe:

14-26 Novembre – Officine Cantelmo, Viale De Pietro 12, Lecce;
4-15 Dicembre – Unreal Studios, Via Paisiello 26, Lecce;
17-31 Dicembre – Coffeeandcigarettes, Via Paladini 23, Lecce;
2-14 Gennaio – Voice Cafè Vegan Bar, Via Croce 27, Campi Salentina.

Espongono gli artisti:
Orodè Deoro, Elena Carrozzo, Andrea Calella, Diego Bramato, Marcello Solazzo, Antonio De Summa, Mimma Funiati, Riccardo Gennaro, Boris Bramato,
Roberto Giofrè, Giulia Nannotti, Pierantonio Sacco.

info: diegob83@hotmail.com