Foto Andrea Stella“Il Lecce si puo’ salvare? Attualmente ha dimostrato di no, ci sono problematiche, diversi giocatori fuori importanti e d’esperienza. Specialmente in determinanti tratti possono dettare i tempi: Giacomazzi, Di Michele, Carrozzieri, Mesbah.

Tante situazioni anche con infortuni. Tutto questo non ci aiuta, un pizzico di buona sorte ci vorrebbe anche quando sviluppiamo situazioni importanti”. Lo ha detto Eusebio Di Francesco, tecnico del Lecce, al termine del ko subito in extremis con il Catania. “Il fatto di avere possibilita’ di scegliere piu’ giocatori per me e’ fondamentale, abbiamo una squadra composta da molti giovani e prestiti. L’esperienza diventa basilare. La fiducia di Osti? E’ fondamentale, vive quotidianamente il lavoro settimanale. E’ un attestato di stima nei miei confronti. I tifosi non sono contenti ma dobbiamo fare di piu’ a livello caratteriale, tirar fuori tutto quello che hanno”. Tornando al match Di Francesco spiega: “E’ stata una gara aperta a tutti i risultati, sono partiti loro meglio di noi, non riuscivamo ad essere aggressivi. Abbiamo concesso palle-gol ed e’ stato bravo Benassi. Negli ultimi venti minuti del primo tempo abbiamo fatto bene, siamo partiti bene anche nel secondo, concedendo pochissimo. Nel finale volevo maggiore equilibrio per cercare di scardinare la loro difesa. Abbiamo fatto fatica a trovare il gol e siamo stati ingenui negli ultimi cinque minuti quando abbiamo concesso molto nelle ripartenze dell’avversario”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × cinque =