Nel corso dei controlli finalizzati alla repressione dei reati ambientali gli Agenti del NAF (Nucleo Agroalimentare e Forestale), in agro del comune di Lecce, in località “Masseria Monticello”, hanno notato su di un terreno di circa 3000 mq, vincolato paesaggisticamente, la presenza di una ingente 

quantità di rifiuti di risulta edile, nella maggior parte spianati e livellati per una superficie di oltre 1600 mq. Successivamente gli Agenti, appurata l’assenza di qualsiasi progetto e concessione edilizia, hanno approfondito le indagini e durante un appostamento hanno colto in flagranza di reato due giovani intenti a scaricare materiali di risulta edile da un furgone. Pertanto, gli Agenti hanno posto sequestro sia il terreno che il furgone contenente i rifiuti e denunciato 5 persone: i due giovani leccesi, autista e passeggero del mezzo, esecutori materiali dell’abbandono di rifiuti; un uomo residente a Cavallino, in qualità di Amministratore di una ditta elettromeccanica e datore di lavoro dei due giovani; gli Amministratori della società proprietaria del terreno con sede legale in Forlì.