Questo pomeriggio la sala operativa della Guardia Costiera idruntina ha coordinato un complesso intervento di soccorso in alto mare, a seguito della richiesta di aiuto da parte del comandante del mercantile “Autumn” (autorizzato al trasporto di prodotti chimici e petroliferi, battente bandiera Marshall Islands) in navigazione nel canale e diretto verso un porto francese.

Alle 15,30 il comandante della petroliera riferiva infatti via radio su canale 16 che A.A., 47 anni di sesso maschile e nazionalità filippina, imbarcato sulla medesima nave accusava seri problemi respiratori, oltre a febbre ed altri sintomi. La nave si trovava in quel momento in acque internazionali, a circa 20 miglia marine (quasi 40 km) a Nord di Otranto e 16 (circa 30 km) dalla costa salentina.
I militari, ricevuta la notizia di pericolo, hanno immediatamente messo in comunicazione il mercantile con il Centro Internazionale Radio Medico a Roma (CIRM), specializzato in telemedicina, che ha fornito al Comando di bordo le prime preziose indicazioni medico-sanitarie per fermare tempestivamente la crisi respiratoria in atto con l’utilizzo di farmaci ed ossigeno.
Nel frattempo, veniva approntata la motovedetta specializzata SAR CP809 ed allertato il servizio 118, che inviava in porto un’ambulanza con a bordo medico e paramedici pronti all’imbarco sulla stessa CP809. Quest’ultima lasciava Otranto e raggiungeva la nave sotto lo stretto coordinamento della sala operativa, che faceva “incontrare” la Autumn ed il mezzo di soccorso al limitare della acque nazionali, e predisporre al comandante del mercantile tute le misure idonee a garantire lo sbarco in sicurezza del marittimo da un’altezza di circa sei metri (la nave viaggiava infatti scarica).
L’intera operazione si è svolta celermente, tanto che prima delle 17 il marittimo era già stato sbarcato dalla CP809 per il trasferimento all’ospedale di Scorrano per mezzo di apposita ambulanza del 118 già in attesa nel porto di Otranto.
“Solo la tempestività della richiesta di soccorso da parte del comandante del mercantile, la professionalità degli uomini coinvolti nonché la competenza dei medici specialisti del C.I.R.M. e del 118 – afferma il Comandante della Guardia Costiera idruntina Tenente di Vascello Francesco Amato – ha permesso di portare ad effetto prima del’imbrunire un intervento delicato ed in alto mare”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

15 − 1 =