Una gara entusiasmante, con una squadra che si conferma davanti al pubblico amico e regala all’ambiente la quarta vittoria consecutiva. Non poteva essere altrimenti in un palazzetto gremito in ogni ordine di posti che ha letteralmente preso per mano la squadra e accompagnata fino all’esultanza finale in una atmosfera sportiva veramente encomiabile.

I partenopei hanno retto solo un tempo (due quarti) mantenendo sempre il contatto e impensierendo non poco i padroni di casa. Nel primo quarto sostanzialmente di studio i locali stentano la partenza e subiscono un iniziale 2 a 6. Poi si accendono i motori di Provenzano (28) e Serroni (28) che insieme realizzano 18 dei 20 punti totali del periodo. A referto anche Rotolo (9) che realizza dalla media. 20 a 11 il parziale con Alessandro Paiano (10) a dominare l’area pitturata, deve fare gli straordinari per l’assenza di Vito Errico ma conquista una doppia cifra anche al rimbalzo. Il secondo periodo racconta di una gara in cui gli ospiti cambiano strategia, inseriscono Conte (13) che semina scompiglio fra le maglie gialloblù e oltre a iscriversi a referto con la metà del suo bottino totale, illumina le giocate di Tammaro (27) sotto canestro. Chirico (8) e Manca (2) riescono invece ad arginare l’offensiva avversaria con un’ottima fase difensiva. I salentini stentano a trovare le giuste contromisure e complice anche la bassa percentuale dalla distanza (0/4) cedono il parziale agli ospiti per 10 a 16. Al riposo lungo le squadre vanno sul progressivo di 30 a 27. Coach Lezzi approfitta della pausa per parlarci sopra e al rientro in campo i gialloblù salentini prendono in mano il pallino del gioco diventano immarcabili in ogni parte del campo. Serroni colpisce ripetutamente (3 volte) dalla linea dei sogni e si conquista falli che gli fruttano un 3/5 dalla lunetta, inframezzato da un ottimo Federico Durini (5) che si iscrive nella lista delle bocche di fuoco con una conclusione veramente apprezzabile stilisticamente e con azioni finalizzate a distribuire palloni agli esterni per la premiata ditta Serroni & C. e assist nell’aria pitturata con schiacciata plateale di Paiano. Risponde presente anche Antonio Chirico che si distingue per la buona fase difensiva e per la realizzazione di 2 canestri fondamentali e Alessandro Manca che svolge un proficuo lavoro tra le maglie ospiti facendo il possibile contro la fisicità di Tammaro e Cristiano. Vigorosa e volenterosa anche questa sera la sua prova. Al 30′ il tabellone recita 57 a 47 con l’inerzia della gara nelle mani degli uomini di coach Lezzi. L’ultimo quarto è l’apoteosi del tifo monteronese che apprezza e sottolinea con un incoraggiamento a dir poco assordante e trascinante una condotta di gara accorta e cinica con giocate di pregevolissima fattura. Sugli scudi tutti indistintamente e fra gli applausi scroscianti del pubblico coach Lezzi decide che c’è spazio anche  per Francesco Leucci (classe 1995), Francesco Errico (classe 1994), Riccardo Spada (classe 1992) che tengono bene il campo coadiuvati da Chirico e Paiano e firmano con la loro presenza il referto rosa della 9° giornata di andata. Complimenti a tutti dal tecnico agli atleti, dal pubblico alla dirigenza per aver regalato un’altra giornata di divertimento e sopratutto di buon Basket all’ambiente cestistico monteronese. Onore ai vinti per la buona prova offerta in terra salentina. Il Napoli visto a Monteroni è un’ottima compagine ben impostata da coach Massimo Massaro che nulla ha potuto contro i salentini in giornata di grazia ma che dirà sicuramente la sua nel prosiego del torneo. In bocca al lupo! Concludendo si deve constatare che il primo passo di questa 7 giorni monteronese  è stato mosso con successo. Ora, mantenuto il contatto con la testa della graduatoria bisogna spostare l’attenzione sul prossimo impegno che vedrà la compagine di coach Lezzi affrontare il Monopoli, oggi vittorioso contro la capolista Venafro, in un derby pugliese che si preannuncia affascianante. L’appuntamento è per  27 novembre. Salto a due ore 18.00.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

15 − 12 =