I Capigruppo del Centrodestra alla Provincia Biagio Ciardo, Mino Miccoli, Salvatore Polimeno, Carlo Merenda, Tonino Rosato, Severo Martini e Paolo Cairo, esprimono la loro solidarietà verso l’assessore provinciale alle Risorse Finanziarie Silvano Macculi.

“Per l’Assessore non ci sarebbe neppure la necessità di esprimere della semplice solidarietà, tanto è sotto gli occhi di tutti l’azione di risanamento, di rigore assoluto e trasparenza a prova di ogni verifica dei conti; un’azione portata avanti in una Provincia ereditata oltre la soglia del baratro del dissesto e riportata in appena 2 anni sul binario della sostenibilità economica di tutte le scelte fatte.
Non stiamo qui a snocciolare nuovamente le cifre e i contenuti, dei successi di questa Amministrazione, soprattutto in campo finanziario, con l’intercettazione di risorse dall’esterno e il sempre maggiore contenimento della spesa all’interno.
Un’azione limpida, corretta, che ha portato in questi mesi in Provincia un fiume di milioni di Euro di finanziamenti (dal “Piano per il Sud” per oltre 100 milioni di Euro, dai singoli ministeri e dall’Unione Europea nelle Politiche Comunitarie per decine di milioni), senza mai intaccare il fragile Bilancio dell’Ente. E che dire dei tagli agli sprechi, della gestione asciutta quanto decisa e rigorosa delle società partecipate, ereditate sull’orlo della bancarotta e riportate in cammino.
L’Assessore Macculi vada avanti, anzi prosegua con rinnovata fiducia questa azione di risanamento.
Il Partito Democratico venga a contestarci dati, prove alla mano l’azione di risanamento delle casse provinciali avviata con convinzione da questa maggioranza di centrodestra, interpretata quotidianamente dall’operato silenzioso, operoso e rigoroso del suo Presidente Gabellone.
Perché è veramente paradossale, chiedere le dimissioni di chi risana un Ente sull’orlo del fallimento finanziario.
Per cui Macculi vada avanti. Senza timore.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.