Fatture false, e-mail sospette, intercettazioni telefoniche ed ambientali. Per oltre 4 ore e mezzo è andato avanti l’interrogatorio fiume di Giordano Franceschini, il docente della facoltà di ingegneria di Perugia, in manette da lunedì sera.

Non era sufficiente, per la procura, quanto è emerso dai precedenti ascolti. Ogni elemento raccolto è stato analizzato con cura dal procuratore Cataldo Motta e dall’aggiunto Antonio De Donno, che stanno conducendo l’inchiesta sulla presunta truffa del filobus di Lecce. Un’inchiesta nata dal sequestro in Svizzera di un conto milionario sospetto, in odor di tangenti, intestato a Massimo Buonerba, il consulente giuridico dell’ex sindaco di Lecce Adriana Poli Bortone. Proprio intorno alla sua figura ruota tutta l’indagine: 11 indagati, tra cui anche il figlio di Buonerba, Roberto, e accuse pesanti, molto pesanti: associazione a delinquere, corruzione, riciclaggio e truffa aggravata. L’amicizia tra Franceschini e Buonerba, i loro rapporti, l’intervento di Franceschini nella progettazione del filobus su richiesta del professore leccese, e l’aiuto che gli avrebbe fornito per giustificare i quasi 2 milioni di euro detenuti in Svizzera, sono stati al centro dell’interrogatorio fiume. In presenza dei suoi due avvocati, Andrea Sambati e David Brunelli, ogni passaggio è stato spiegato con cura dal docente di origini padovane, nel corso di un interrogatorio molto tecnico che si è concentrato soprattutto sulla progettazione e la realizzazione della metropolitana di superficie a Lecce. Ogni particolare è stato esaminato: dagli elementi raccolti nelle intercettazioni telefoniche e ambientali disposte dalla procura, alle e-mail, che i due indagati si sarebbero scambiati. E-mail che parlerebbero di compensi elevati per prestazioni non meglio precisate. Naturalmente sul contenuto dell’interrogatorio vige il più stretto riserbo, ma la sensazione emersa nel corso della mattinata è che nuovi e importantissimi sviluppi siano emersi nell’ambito dell’inchiesta. Sviluppi che potrebbero portare novità rilevanti, a partire dalla possibile scarcerazione di Franceschini, che potrebbe essere decisa dal gip Antonia Martalò nelle prossime ore.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

nove − otto =